Come raffreddare la casa senza un condizionatore

Con l’arrivo dell’estate, dell’afa e delle temperature elevate si cerca di ricorrere ai mezzi rinfrescanti, acquistando a più non posso ventilatori e condizionatori; ma forse non tutti sanno che esistono piccoli accorgimenti e strategie economiche ed ecologicamente corrette per rinfrescare l’aria senza ricorrere all’utilizzo del condizionatore. Primo consiglio da fare è quello di aprire tutte le finestre di sera, durante le ore notturne e fresche in modo da creare correnti d’aria; tenete presente che tenere le finestre aperte di sera e ben chiuse durante le ore di sole la temperatura interna delle stanze si abbassa di molti gradi. Nelle ore più calde è utile bere acqua fresca, consigliato almeno due litri al giorno e ogni tanto spruzzarsi acqua su polsi, fronte, nuca e dietro le ginocchia; ottimo anche il catino con acqua e cubetti di ghiaccio per l’immersione dei piedi e ritrovare l’immediato benessere di freschezza. Utile e strategico anche inumidirsi gli indumenti o raffreddarli mettendoli un po in frigorifero, ma fate attenzione a non beccarvi qualche malanno esagerando con questa strategia; un’altro sistema utile e usato da decenni è mettere teli di spugna bagnati davanti alle finestre, che con la corrente serale e notturna crea una piacevole aria fresca. Alternativa valida ma un po’costosa: sono i pannelli a schermatura solare, queste schermature sono di diverso materiale e forme, come tende, pareti, possono essere mobili o fisse e hanno il potere di riflettere il calore respingendolo lontano dal muro domestico, creando così una temperatura bassa all’interno della casa. Molto venduti sono anche i vetri speciali progettati proprio per respingere il calore solare anche se attraversati dalla luce e dunque trasparenti. Questi sistemi si trovano facilmente in commercio e facendovi consigliare da un esperto del settore, dopo aver visionato la vostra casa, troverete senz’altro la soluzione ideale che fa per voi. Ottimi anche i ventilatori da soffitto (le classiche pale da associare al lampadario) molto più efficienti dei conosciuti ventilatori a piantana, tenete a mente un consiglio: quando vi verrà montato il ventilatore assicuratevi che il movimento delle pale sia in senso antiorario per avere un effetto voluto e che non ci siano ostacoli nel loro campo d’azione. Utilissimo un buon deumidificatore che toglie la percentuale in eccesso di umidità nella stanza, togliendo anche l’effetto afa e rendendo l’aria più leggera e respirabile. Con questi accorgimenti e consigli vedrete sicuramente in poco tempo la bolletta della luce diminuire in modo vantaggioso e ne rimarrete molto soddisfatti.

colpo di calore

2 comments

Leave Comment
  1. Pingback: Quali sono i 10 condizionatori portatili più silenziosi? | Guide online

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>