Quanti e quali sono i segni zodiacali

L’astrologia occidentale, ovvero l’astrologia sviluppatasi nei secoli in Europa, Africa settentrionale e Medio Oriente, divide la fascia di cielo che fa da sfondo al percorso apparente del Sole durante l’anno in 12 costellazioni, ognuna di 30 gradi di latitudine, che in totale completano i 360 gradi della circonferenza celeste. Tali costellazioni, che sono degli insiemi in genere ben definiti di stelle, prendono il nome di costellazioni dello Zodiaco. Naturalmente, le stelle che appartengono ad una costellazione appaiono vicine tra loro solo se osservate dalla Terra, per l’effetto prospettico che le “schiaccia” tutte sullo stesso piano nella volta celeste. Il termine Zodiaco deriva dal greco “zoon”, che vuol dire “immagine di animale”, poiché nell’antichità la posizione delle stelle aveva suscitato la fantasia degli astronomi, che avevano così dato ad ogni costellazione il nome dell’animale che la posizione delle stelle sembrava riprodurre. Ogni mese, quindi, il Sole si trova in una delle 12 costellazioni e dall’emisfero tropicale, di notte, è visibile la costellazione diametralmente opposta a quella occupata dal Sole, che di giorno non riusciamo a vedere perché coperta dalla luminosità solare.
L’astrologia divide quindi anche l’anno in dodici parti, a seconda della posizione apparente del Sole, e ritiene che l’uomo venga influenzato, per tutta la vita, dalla posizione occupata dal Sole nel giorno della sua nascita.
I segni zodiacali sono quindi 12 e hanno lo stesso nome della costellazione relativa: Ariete (21 marzo–20 aprile), Toro (21 aprile–20 maggio), Gemelli (21 maggio–21 giugno), Cancro (22 giugno–22 luglio), Leone (23 luglio–23 agosto), Vergine (24 agosto–22 settembre), Bilancia (23 settembre–22 ottobre), Scorpione (23 ottobre–22 novembre), Sagittario (23 novembre–21 dicembre), Capricorno (22 dicembre–20 gennaio), Acquario (21 gennaio–19 febbraio), Pesci (20 febbraio–20 marzo). I segni zodiacali, inoltre, sono divisi in quattro gruppi, che si ispirano ai quattro elementi fondamentali della natura: fuoco (Ariete, Leone, Sagittario), terra (Toro, Vergine, Capricorno), aria (Gemelli, Bilancia, Acquario) e acqua (Cancro, Scorpione, Pesci).
In realtà, la scienza afferma che non c’è alcuna correlazione tra il carattere di un individuo e la posizione occupata dal Sole al momento della sua nascita, ma ammette che in piccola parte il periodo dell’’anno in cui una persona nasce, ne influenza lo sviluppo. In particolare, la scienza invece di dividere l’’anno per segni zodiacali, lo divide per stagioni, affermando, ad esempio, che per i nati in estate il maggior numero di ore di luce influenza positivamente l’’individuo rispetto a chi nasce in inverno, quando le giornate sono più brevi e uggiose.
In ogni caso, l’’astrologia e l’’oroscopo riscuotono molto successo e ognuno di noi, che ci creda o meno, lo ha letto almeno una volta cercando di conoscere il futuro.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>