Quali tipi di colla usare per il legno

Fare del bricolage è divertente e allo stesso tempo da soddisfazioni a livello personale.
Io mi diletto nel fare piccoli lavori di bricolage e in questa mia opinione voglio parlarvi della colla giusta da usare per il legno.
La colla è molto importante nei lavori di bricolage con il legno poiché se non tiene bene si rischia di vedere il proprio lavoro completamente rovinato.
Ci sono in commercio diversi tipi di colla da quelle acriliche a quelle più famose che sono le viniliche.
Le collo più usate per il bricolage sono quelle epossidiche con bicomponenti, le colle viniliche che sono le più usate, le colle ciano acriliche e altri tipi diversi.
Per dei lavori di bricolage con il legno le migliori in assoluto sono le colle viniliche che sono a base di acqua ma che manifestano una pressa molto resistente che dura nel tempo.
Le colle viniliche sono antiatossiche e sono le migliori anche se in commercio ci sono diverse varietà ma comunque tutte validi.
A riguardo bisogna anche dire che ci sono colle viniliche con diversa potenza e presa ma tutto dipende dal tipo di lavoro che si deve effettuare.
A differenza delle colle acriliche queste non puzzano e sono sicuramente più sicure, l’importante è fare degli innesti o incastri che diano garanzia di per se e poi una volta creati questi innesti o incastri si può essere certi che ne deriva un ottimo lavoro che dura nel tempo.
Con la colla vinilica si ottiene un lavoro di specializzazione senza pari e chi sostiene diversamente sbaglia.
Non stupisce che le colle viniliche hanno un tipo di impiego su diversi lavori, la si usa a scuola per dei lavoretti con i bambini (grazie alla sua sicurezza d’impiego) ma anche per lavori professionali in ambito industriale.
P un potente adesivo che si presta in diversi campi e ci sono in commercio diverse marche più o meno conosciuti.
È una colla che non lascia residui nell’utilizzo e una volta che si asciuga diventa trasparente.
La cosa bella di questa colla è che è maneggiabile e non è a presa rapida e si può anche stendere con un semplice pennello, e poi bisogna anche dire che si toglie facilmente gli eccessi di colla che possono fuoriuscire dai bordi.
I dubbi possono nascere nei lavori importanti ma non è così, poiché se si usano dei morsetti per costringere le 2 parti di legno a stare uniti il risultato è garantito.
Il tempo di asciugatura della colla vinilica è di 40 minuti ma se si lascia un po’ di più i risultati saranno migliori.
Questo discorso vale per le colle viniliche normali ma esistono anche delle colle viniliche più forti, a presa rapida che agiscono in 15 minuti di orologio.
Sicuramente è la colla migliore da consigliare per dei lavoretti con il legno, e a riguardo non avrei dubbi nel consigliarla.
Il prezzo della colla vinilica cambia in base al formato e alla scelta di presa ma comunque è la colla che costa di meno di tutti e questo poiché è a base di acqua, mentre altre costano molto di più come per esempio le colle acriliche che hanno costi veramente più onerosi.
Non ci sono svantaggi nell’’usare la colla vinilica mentre i vantaggi sono sicuramente la buona pressa e il risultato finale, la buona manualità che si ha usandola e il prezzo poiché è la più economica.
Gli altri vantaggi riguardano l’utilizzo che si può fare in diversi campi ed è la migliore per quello che riguarda dei lavoretti in tutta sicurezza.
Per ottenere risultati sicuri si possono fare delle prove con 2 semplici pezzi di legno prima di utilizzarla ma state certi che i risultati arrivano.

colla legno

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>