Quali piante coltivare sul balcone

La primavera è già esplosa da tempo e con sé ha portato i colori e i profumi dei terrazzi fioriti. Chi infatti ha la fortuna di possedere un balcone ha già provveduto ad arricchirle di fori e piante ornamentali, rinnovando quelle che già aveva o acquistandone delle nuove. Tra le piante più comuni che fanno bella mostra di sé sui balconi vi sono i gerani dai tanti colori e di diversa varietà. I più belli sono quelli che pendono dalle fioriere esposte sulle inferriate dei balconi che rendono piacevole alla vista i prospetti anonimi dei palazzi di città, ma anche i gerani ad edera fanno la loro bella figura appoggiati nei muri o alla ringhiera dei nostri balconi. E se non si è cominciato ad apprestargli le cure dovute, cominciamo già adesso a rinvasare quelli che hanno trascorso l’inverno nei nostri balconi. In questo modo avremo una ricca fioritura sino all’autunno inoltrato. Tra i fiori più belli che si possono coltivare sul terrazzo vi sono i gigli, detti anche lilium che con i loro lunghi steli hanno il dono di ingentilire ogni vaso e spargere nell’aria un piacevole profumo. Se dovete piantare i bulbi dei gigli ricordate che i mesi più adatti sono quelli di marzo ed aprile e prediligete i vasi profondi. Potete approfittare per mettere a dimora anche i bulbi dei gladioli, allegri e colorati, facendo attenzione a riporli in un luogo soleggiato per vederli fiorire tra maggio e settembre. Belle e profumate sono anche le begonie che fioriscono tra giugno e novembre, le piante di gelsomino e di margherite. Ma le varietà di bulbi che potete piantare sul vostro terrazzo è molto vasta: tulipani, anemoni, bucaneve, giacinti e narcisi etc etc. Ricordate però di contrassegnare ogni vaso con un cartellino corrispondente al bulbo piantato.
Se desiderate avere un terrazzo fiorito pure durante i mesi invernali prediligete allora le viole del pensiero che fioriscono anche nei mesi freddi e l’erica, ed in particolar modo la Ciliaris che fiorisce ad inverno inoltrato e la Carnea che da vita a dei cuscini di fiori colorati. Adesso invece diamo un’occhiata alle piante che si sviluppano in altezza e che pertanto avranno bisogno di vasi un po’ più grandi. La boungaville è una di queste e può raggiungere i tre metri di altezza. Pertanto occorrerà fare in modo che crescendo poggia a ridosso di un sostegno o del muro sul quale poi tenderà a rampicarsi. Di varietà ne esistono diverse con i fiori che variano dal bianco al viola, al fucsia e al rosso acceso. Fate attenzione ai rami, soprattutto in presenza di bambini, perché sono spinosi. La pianta vi regalerà la sua fioritura più o meno per tutti mesi dell’anno. Anche l’hibiscus tende a svilupparsi in altezza. Originario delle isole della Polinesia e della Cina, ne esistono più di 300 specie, e le loro tonalità variano dal bianco al giallo, dal cremisi al porpora, dal rosso all’arancione e via dicendo. Fiorisce principalmente in estate e i suoi fiori vi decoreranno il balcone sino in autunno. Cascate di fiori gialli invece vi regalerà la mimosa, i cui semi sono contenuti nei baccelli della pianta stessa.

balcone fiorito

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>