Come pulire i termosifoni

Il freddo è alle porte ed è dunque il momento di fare una bella pulizia dei termosifoni prima dell’accensione. Innanzitutto i caloriferi dovranno essere freddi. C’è il pericolo di scottarsi, ma anche quello di veder evaporare i prodotti per le pulizie che utilizzerete (e alcuni non vanno proprio inalati). Si parte dalla polvere, che per tutto l’anno si annida in ogni angolo degli elementi riscaldanti e che rischia di trasformarsi in un micidiale “aerosol” quando l’aria inizierà a scaldarsi. Aspirapolvere a volontà, dunque, ma anche scovolini e pennelli lunghi per arrivare davvero in ogni angolo. Per facilitare il lavoro si può utilizzare un panno attirapolvere o uno spray antistatico da spruzzare su stracci e piumino. Tolta di mezzo ogni traccia di polvere è il momento di una bella lavata, per togliere tutto lo sporco che oltre a depositarsi si “fissa” sul metallo per effetto del calore. Proteggete bene il pavimento (soprattutto parquet e materiali porosi) e non risparmiate le energie: anche se i caloriferi sembrano puliti, lo straccio alla prima passata raccoglierà una quantità di sporco insospettabile.

Se in casa ci sono bambini, o se siete delle fan delle pulizie ecologiche, la soluzione meno inquinante per pulire i caloriferi è una pezza in microfibra semplicemente inumidita. Se lo sporco è eccessivo o resistente un po’ di sapone di marsiglia in acqua calda o una soluzione di acqua e bicarbonato potranno facilitare il compito. Il vantaggio? Duplice: nessun detersivo costoso e soprattutto nessun residuo di sostanze chimiche che possa poi circolare nella stanza veicolato dall’aria.
Risciacquate almeno una volta e ripassate con un panno asciutto.

La pulizia di fondo dei caloriferi andrebbe eseguita almeno una volta al mese, meno se si utilizzano le apposite coperture in spugna sintetica che impediscono alla polvere di depositarsi tra gli elementi riscaldanti. In questo caso però è necessario una volta al mese rimuoverle e lavarle con acqua e sapone. Ricordatevi anche di pulire la parete dietro i termosifoni, utilizzando un panno asciutto di lana o di cotone. Ultimo tocco: una bella lavata alle vaschette umidificatrici. Probabilmente avranno molti depositi di calcare; scioglieteli con un comune anticalcare per il bagno e unite all’acqua pulita qualche goccia del vostro olio essenziale preferito.

termosifone

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>