Come pulire tappeti a pelo lungo

I tappeti a pelo lungo necessitano di particolari accorgimenti per la pulizia in modo da evitare che il pelo si rovini ed i suoi nodi si sciolgano. Vediamo come comportarci in modo da preservare la bellezza dei nostri tappeti.

Consigli pratici per pulire i nostri tappeti

  • Per eliminare polvere e sporco che facilmente si annidano nei peli lunghi è opportuno utilizzare una scopa in saggina: questa consente, infatti, di rimuovere a fondo tutti i residui senza alterare la composizione del pelo. In alternativa può essere anche utilizzata una spazzola a setole dure. Prima di passare la scopa in saggina o la spazzola è possibile anche cospargere il tappetto con del bicarbonato e rimuoverlo con questi strumenti dopo averlo lasciato agire per una decina di minuti: si tratta di una sostanza che rispetta i colori, che intrappola lo sporco, aiutando  il tappeto ad avere un aspetto più fresco.
  • Del tutto sconsigliato invece è l’aspirapolvere che può rovinare il pelo e nello stesso tempo sfilare i nodi del tappetto: questo elettrodomestico, però, può essere utilizzato sul tappeto al rovescio di tanto in tanto (ad esempio una volta al mese) per rimuovere lo sporco che si deposita sotto di esso e quello che è penetrato in profondità. E’ importante azionare l’aspirapolvere a bassa velocità ed evitare di utilizzare spazzole troppo dure o funzioni aggressive.

 

  • Altro discorso è, invece, se il tappeto si è macchiato e necessita di essere lavato, oltre che spolverato. Se la sua composizione lo consente, è possibile lavare il tappeto anche in casa con i dovuti accorgimenti. Come strumento di lavoro è consigliabile una spazzola dalle setole non troppo dure e come detergente una soluzione a base di acqua (10 tazze), shampoo delicato e neutro (1 tazza) ed aceto bianco (1/2 tazza). Dopo avere spazzolato il tappeto e rimosso eventuali residui solidi, stendetelo su un piano come il pavimento del terrazzo, ad esempio, e dopo avere immerso la spazzola nel secchio contenente acqua, shampoo ed aceto passate questa soluzione su tutto il tappeto facendo in modo che penetri fino in fondo. Lasciate agire per qualche minuto, dopodiché lavate la spazzola ed utilizzato lo stesso sistema, ma questa volta con solo acqua, per rimuovere sporco e detergente dal tappeto. Ripetete l’operazione più volte se necessario e ricordate di utilizzare sempre dell’acqua tiepida per non aggredire i colori.
    Ora passate all’asciugatura che deve avvenire all’aria aperta ma mai sotto i raggi diretti del sole che potrebbero far scolorire il tappeto. L’ideale sarebbe stenderlo su una ringhiera o su un filo metallico dalla capacità di carico elevata, ma potete farlo asciugare anche a terra (purché non su un prato) ricordandovi di girarlo di tanto in tanto.
    E’ molto importante che il tappeto sia perfettamente asciutto da ambo i lati prima di portarlo in casa per evitar la formazione di muffa.

 

APPROFONDISCI LA GUIDA: Come pulire la tappezzeria
APPROFONDISCI LA GUIDA: Come riconoscere un tappeto persiano
APPROFONDISCI LA GUIDA: Come rimuovere la cera di candela dal tappeto
APPROFONDISCI LA GUIDA: Come pulire un tappeto moderno
APPROFONDISCI LA GUIDA: Come pulire un tappeto orientale

tappeto

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>