Come pulire i quadri a olio

La pulizia dei quadri a olio rientra nell’ attività di manutenzione che periodicamente dovrebbe essere riservata a quegli oggetti che necessitano di particolari attenzioni,non essendo indicate le procedure normalmente seguite per pulire le superfici più comuni.

E’ preferibile parlare di manutenzione e in alcuni casi di restauro, in quanto per rimuovere la polvere presente su un quadro ad olio, è sufficiente utilizzare un panno pulito e senza fibre sfilacciate, ma nel caso in cui sono presenti delle macchie bisogna procedere caso per caso e se è necessario non ricorrere al fai da te in quanto si rischierebbe di danneggiare il dipinto.

Pulizia lieve: Usate un panno pulito inumidito, passatelo delicatamente sul dipinto, è necessario asciugare bene gli eventuali residui in quanto la sua permanenza potrebbe alterare e degradare il colore.

Consigli per la pulizia di macchie:

* Usate una spugna perfettamente pulita e un detergente delicato, evitate di produrre della schiuma, iniziate dalla parte più bassa della macchia e picchiettate con delicatezza verso l’alto.

* Non strofinate con forza sulla macchia, nè usate solventi non oleosi tipo l’acetone che è utile per togliere macchie di colla e residui appiccicosi, ma ne è sconsigliato l’impiego su quadri ad olio in quanto potrebbe sciogliere l’olio stesso causando un danno irreversibile.

* Per eliminare macchie di colla vinilica e di nastro adesivo, potete utilizzare dell’olio di semi di lino oppure un composto a base di alcol e sapone, tale composto è particolarmente adatto per eliminare qualsiasi macchia di grasso di origine vegetale.

* Per eliminare delle macchie di vernice si può usare una pezzuola inumidita con un pò di acqua ragia oppure creare un emulsione a base di olio di semi lino e di acqua ragia in percentuale del 50 per cento per ciascun componente.

* Per rimuovere delle macchie di cera si può utilizzare la lama di un cutter che deve essere passata delicatamente sulla macchia, mentre l’eventuale residuo può essere eliminato con un emulsione di acqua saponata e alcol.

* Per l’eliminazione di macchie di escrementi di insetti, è particolarmente efficace un composto a base di acqua ragia (70 per cento), alcol (20 per cento) e olio di semi di lino (10 per cento)

E’ necessario rimuovere il telaio? In alcuni casi per pulire un quadro a olio bisogna smontare la tela, in quanto si può effettuare con più facilità la picchiettatura e la compressione sulla parte più sporca.

Quando si parla di quadri ad olio bisognerebbe anche tenere in considerazione il tipo di struttura su cui è stata effettuata la pittura: tela, compensato, tavoletta di legno ecc e a quale periodo risale la pittura in quanto la composizione del colore ad olio e le tecniche pittoriche per ciò che concerne l’impiego dei materiali sono cambiate nel corso dei secoli.
In alcuni casi la composizione dei colori potrebbe innescare delle reazioni chimiche e dare origine ad altre colorazioni.
Questo aspetto ha particolare rilevanza nel caso, per esempio, di un dipinto antico che potrebbe presentare delle piccole screpolature non rilevabili ad occhio nudo e che, trattato con i metodi descritti, potrebbe subire dei danni.

In linea di massima i metodi indicati sono efficaci per effettuare la pulizia del quadro anche se sarebbe opportuno proteggere le tele con un vetro per evitare che la sporcizia si depositi sul dipinto, tuttavia si può ricorrere a tale accortezza solo nel caso di quadri di piccole dimensioni.

Prezzo. Quello del materiale impiegato. olio di semi di lino, alcol, acqua ragia ecc.

Svantaggi: Descritti
Vantaggi: Descritti

quadri olio

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>