Come pulire i pavimenti in ardesia Ardesia

L’ardesia (chiamata anche pietra lavagna) è una pietra di natura sedimentaria molto resistente agli agenti atmosferici ed è facilmente divisibile in lastre in quanto trattasi di una roccia tenera o al massimo semidura.
E’ una roccia tipica della Liguria (troviamo delle cave a Lavagna e Fontanabuona), veniva utilizzata sin dall’antichità come pietre tombali e la si ritrova spesso come copertura dei tetti in particolare proprio in Liguria.
L’ardesia viene tuttora utilizzata per costruire le mitiche lavagne che ritroviamo in tutte le scuole.
I suoi principali pregi sono:
1) la proprietà di essere antisdrucciolo
2) la sua impermeabilità
3) la resistenza alla rottura e alla compressione
Purtroppo non è antigraffio ed essendo un materiale naturale, bisogna porre molta attenzione nella manutenzione e nella pulizia.
Alcune regole e consigli per la pulizia:
1) Mai utilizzare prodotti acidi,anticalcari (perchè basici) aceto o limone.
2) E’ consigliabile effettuare un trattamento antigraffio.
3) Se viene utilizzato in ambienti potenzialmente umidi come cucine o bagni, è consigliabile un trattamento con acqua e oleorepellente.
4) L’ardesia si macchia difficilmente, quindi per la pulizia quotidiana è sufficiente utilizzare un panno inumidito con acqua,
5) Periodicamente consigliamo di pulire il pavimento con prodotti specifici che devono essere assolutamente neutri.
6) Periodicamente è possibile effettuare la lucidatura del pavimento con prodotti specifici oppure con la cera per marmi o per altre pietre naturali.
Teniamo conto che la lucidatura rende più bello il pavimento, ma ha anche la proprietà di tenere llontana la polvere e la sporcizia, rendendo più facile pulire il pavimento stesso.

Nel caso in cui volessimo pulire il pavimento con prodotti naturali e “casalinghi”, possiamo crearci una soluzione di acqua, alcol rosa e bicarbonato.
Volendo si può aggiungere una goccia di detersivo liquido per i piatti oppure strofinare una spugna inumidita sul sapone di marsiglia e poi strizzarla nel secchio dove abbiamo preparato la soluzione.
Importantissimo è il dosaggio.
Un eccesso di bicarbonato o di sapone potrebbe lasciare delle macchie sul pavimento.
Quindi ricordiamoci che le dosi consigliate per un litro di acqua sono:
un cucchiaino di bicarbonato e un quarto di bicchiere di alcol.
Ora, cosa facciamo se il pavimento è macchiato o presenta delle incrostazioni ?

Ecco le ricette:
Nel punto in cui il pavimento è macchiato dovete strofinare le macchie con sale fino e alcol, poi lavare con detersivo per i piatti o sapone di marsiglia.
Per eliminare le incrostazioni (soprattutto di calcare) occorre strofinare la parte interessata con il solito sapone di marsiglia, oppure con del detersivo per i piatti con un tantinello di bicarbonato.
Probabilmente se fate un buon lavoro e riuscite ad eliminare la patina di sporco, noterete che la zona trattata risulterà più chiara del resto del pavimento, ma di questo non dovete preoccuparvi, nel giro di pochi giorni il pavimento tornerà ad essere uniforme ed elegantemente splendente come il solito.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>