Come proteggere l’albero di Natale dai gatti

Per tutti i proprietari di gatti è arrivato il temuto momento di addobbare l’albero di Natale, combattendo puntualmente con rami e decorazioni mangiucchiate, palline divelte e rotte e strenne rovinate! Tuttavia esistono degli accorgimenti che potremo adottare per “convincere” il micio a non fare la “festa” all’albero, o quanto meno, a limitare i danni delle feline incursioni.

Vediamo insieme con questa piccola guida ragionata, come proteggere l’albero dal micio (e viceversa), passando così un Natale più tranquillo.

1- La scelta dell’albero: un albero finto tenterà di meno il gatto dall’istinto di mangiarne i pericolosissimi e tossici aghi. Attenzione anche alle dimensioni che, se ridotte, consentiranno di posizionare l’albero su tavoli o ripiani non facilmente accessibili.
Se proprio optiamo per un albero vero, proteggiamone il vaso e la terra che notoriamente attira il gatto, con stagnole o reti sottili e fitte. Posizioniamo l’albero su una base solida e stabile, preferibilmente in un angolo protetto fra due pareti. Questo, in caso di “scalata” eviterebbe cadute accidentali. Prediligiamo una stanza che può essere isolata, in caso di assenza, chiudendo semplicemente la porta.

2- Le decorazioni. Croce e delizia per i possessori dei gatti, le decorazioni con i loro luccichii e sonagli, sono quelle che maggiormente attraggono i giochi del micio. E’ tuttavia possibile impedirne la “fine” spruzzando della citronella o strofinandovi delle bucce d’arancia il cui aroma gradevole per noi, farà da repellente per il gatto. Può essere di ulteriore aiuto la scelta di decorazioni in feltro o carta che, non luccicando e non oscillando, attireranno di meno i piccoli “Attila”. In tutto questo salvaguarderemo anche la salute del gatto che, masticando e ingoiando piccole componenti delle decorazioni, potrebbe intossicarsi e, nella peggiore delle ipotesi, perforarsi stomaco e parti interne.

3- Luci e cavi elettrici. Aspetto da considerare attentamente è non lasciare fili e cavi penzolanti, proteggendoli e nascondendoli con canaline o fissandoli saldamente con nastro isolante, avendo sempre l’accortezza di spegnere le luci in caso di assenza.

Anche se abbiamo seguito attentamente tutte queste indicazioni, chi possiede un gatto sa che nulla può contro curiosità e temerarietà. Non c’è strategia che tenga a parte forse riuscire a “convincerlo” a lasciar stare l’albero di Natale con un breve addestramento e l’utilizzo di dissuasori.
Procuriamoci uno spruzzino per l’acqua da giardinaggio.

Spruzziamo piccole quantità di acqua sul muso del gatto (che non gradirà per niente), ogni qual volta tenterà di avvicinarsi all’albero. Unitamente ad un “no” secco e deciso, il metodo dovrebbe sortire risultati positivi ma, se proprio il micio dovesse essere testardo, possiamo utilizzare dei “dissuasori”, cioè materiali o sostanze repellenti commercializzate nei negozi per animali. Pazienza e Buon Natale a voi ed ai vostri mici!

Gatti-albero-di-natale-1

1 comment

Leave Comment
  1. Pingback: Come fare decorazioni di Natale con le pigne | Guide online

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>