Come proteggere il colore dei capelli

Non tutti hanno un colore di capelli splendente e luminoso, ma spesso questo deriva da un insieme di fattori che non riguarda solo il modo in cui trattiamo la nostra chioma.
Ci sono donne che hanno un colore bello e intenso fin da giovani, e hanno anche la fortuna di non possedere capelli bianchi, o di conoscerli solo molto tardi.
In entrambi i casi, devo dire, che si tingano i capelli oppure no, vanno trattati con lo stesso riguardo, vale a dire nutrendoli non solo dall’esterno ma anche dall’interno. Un’attenzione particolare va riposta ai capelli colorati o a quelli naturalmente grigi. In entrambi i casi vanno idratati più di frequente, con maschere capillari e impacchi nutritivi, perché in entrambe le situazioni si assiste ad una maggior secchezza del capello.
Il capello è costituito da una fibra di cheratina, che è più o meno forte a seconda di quello che mangiamo e di quanto beviamo. Se la nostra dieta è priva di vitamine e sali minerali, possiamo dire addio alla luminosità di qualunque tipo di capello: riccio o liscio, scuro o chiaro che sia. E non è un vantaggio avere i capelli biondi, in questo caso. Il biondo dovrebbe infatti brillare al sole, ma le poche bionde naturali che mangiano troppe proteine e cibi salati potrebbero ritrovarsi con un capello spento e fragile. Il sole, la salsedine, il sudore e il cloro sono invece quegli agenti esterni che danno al nostro capello un non meglio definito colore di topo morto.
Dal punto di vista alimentare, reintegriamo la dieta con alimenti freschi e crudi, a bere almeno un litro e mezzo d’acqua in inverno e due litri in estate, ad eliminare il sale o a sostituirlo con sale rosa, e sale iodato, e a mangiare la frutta e la verdura a colori, rispettandone le stagioni. Rimineralizzare il capello dall’interno significa lubrificarlo dal bulbo, dargli nuova vita. In alcuni casi può essere utile prendere degli integratori.
Accanto a tutto ciò, vi sono poi i trattamenti esterni, di tipo estetico ma comunque nutritivo. Per chi ha capelli lisci è sconsigliabile usare il balsamo ogni volta che ci si lava, soprattutto se i lavaggi sono frequenti. Meglio creare una maschera fatta in casa, che sia costituita da miele e olio extra vergine di oliva. Sciacquando i capelli, non avremo quella sensazione di pesantezza o di unto che spesso i capelli lisci e sfibrati possono dare, e il colore sarà tornato luminoso.
Per i capelli ricci, è bene usare il balsamo, facendo ogni tanto delle maschere a base di burro di karité o di latte di cocco. Se non ne trovate, potete usare anche la panna per dolci, dopo averla leggermente sbattuta. Questi elementi proteggono i capelli spenti e disidratati e illuminano di nuovo la chioma.
Se si vive al mare, o si va spesso in piscina, è importante lavare spesso i capelli. Questi tendono a seccarsi e disidratarsi, abbreviando la durata di quelle che sono le tre fasi: anagen, catagen e telogen. Soprattutto i capelli abituati al cloro tendono a ingiallire e quelli biondi assumono un colore e una struttura simile a quella della paglia, che fa apparire anche il volto invecchiato.

capelli_protetti_al_sole1

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>