Come prevenire e riconoscere un avvelenamento da antigelo in cani e gatti

Sono molte le insidie esistenti nelle nostre case che possono danneggiare la salute degli animali domestici. Uno dei più pericolosi nemici per i nostri cuccioli è il glicole etilenico, più comunemente conosciuto come liquido antigelo. Questa sostanza apparentemente innocua per noi, può risultare fatale per i nostri piccoli amici a quattro zampe se ingerita anche in piccole quantità. Il sapore dolciastro che la caratterizza inoltre, rende questo veleno molto appetibile e gustoso. Per il gatto, di peso inferiore, bastano poche gocce, magari cadute sul pavimento del garage o nel parcheggio durante le operazioni di riempimento del serbatoio apposito nella nostra automobile. Per i cani, di taglia superiore, la dose letale è di quattro, cinque cucchiaini da the. Basta quindi una piccola distrazione da parte dell’uomo per creare gravi danni a cani e gatti. Ogni anno l’avvelenamento da etilen-glicole occupa i primi posti nelle classifiche di avvelenamento di animali domestici. Se notate uno dei seguenti segni e sintomi, recatevi immediatamente presso il più vicino ambulatorio veterinario e riferite al medico la possibilità che l’animale sia venuto a contatto con liquido antigelo. Tremori, nausea e vomito sono le prime manifestazioni. Seguono poco dopo difficoltà respiratoria e motoria. L’ultimo stadio è rappresentato da una grave insufficienza renale. La tempestività della diagnosi e l’immediata somministrazione di alcool etilico a scopo terapeutico sono l’unica possibilità di salvare l’animale. E’ quindi opportuno e necessario prevenire nel migliore dei modi questa possibilità di avvelenamento. Controllare la proprio auto alla ricerca di perdite a livello del radiatore può essere un buon metodo preventivo. Inoltre è importante maneggiare con cura il contenitore di liquido antigelo ed assicurarsi che non vi siano state perdite durante la manipolazione dello stesso. In questa fase, fare molta attenzione a tenere lontani cani e gatti. Come ultima cosa riporre questo contenitore ( e tutti gli altri contenenti possibili veleni quali pesticidi, topicidi, vernici) ad un altezza tale da impedirne il raggiungimento da parte dell’animale. Sono tutte semplici azioni ma che se eseguite correttamente e con la giusta frequenza possono evitare drastiche conseguenze per gli animali domestici. Un ultima accortezza può essere quella di sostituire l’antigelo a base di etilen-glicole con prodotti simili contenenti proprilenglicole, sostanza con la stessa efficacia del glicole etilenico ma molto meno tossica. Ricordiamoci quindi di fare molta attenzione alle sostanze che manipoliamo e teniamo in casa: anche il più innocuo dei flaconi potrebbe rivelarsi fatale per il nostro cucciolo. Siamo noi responsabili della loro salute e anoi spetta il compito di garantire loro un ambiente pulito e sicuro dove vivere.

prevenire-riconoscere-avvelenamento-da-antigelo-cani-gatti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>