Come prevenire la cirrosi epatica

La cirrosi epatica è il termine che indica una serie di malattie croniche al fegato, dove le cellule sono danneggiate in modo tale da diminuire le dimensioni e le quantità del fegato.
In questi casi conduce all’insufficienza da parte del fegato di compiere le importanti funzioni che di regola svolge l’organo.

La cirrosi è una condizione che si aggrava, senza mai regredire ed insieme al tumore al fegato ha un alto indice di mortalità.
Spesso è la cirrosi stessa a portare alla comparsa della massa tumorale.
Le cause di questa patologia sono diverse:
Un’ eccessiva assunzione di alcolici, alcune tipologie di farmaci, epatiti B, C e Delta e da malattie congenite come l’emocromatosi, il morbo di Wilson, la glicogenosi, l’epatite autoimmune,la schistosomiasi, la cirrosi cardiaca, e la cirrosi biliare primitiva.

I sintomi della cirrosi sono inizialmente minimi e talvolta appaiono silenziosi.
Ma col danneggiamento delle cellule e col passare del tempo comportano dei segni e sintomi evidenti, quali: pedita di appetito con conseguenti perdite di peso, vomito e nausea,ingrossamento del fegato, vomito di sangue, gonfiore addominale, itterizia.
Un altro sintomo, anche abbastanza frequente, può essere la sensibilità ad alcune tipologie di farmaci, poichè il fegato non riesce a riattivarli e a riassorbirli.

Oggi il trattamento della cirrosi, nella maggior parte dei casi conduce ad un miglioramento, soprattutto se presa in tempo.
Il fegato è un importante organo capace di rigenerarsi ad un grado limitato, semplicemente delle cellule nuove vanno a sostituire cellule morte. Quindi sia la cirrosi presa in tempo che quella in stato di distruzione, nel momento in cui è facile da rimuovere con la rigenerazione cellulare, si riesce a condurre una vita normale.
In casi estremi inveceil trattamento della cirrosi, può prevedere anche il trapianto dell’organo.

Le cause sono davvero tante, ma è sempre necessario puntare sulla prevenzione, che è l’unico rimedio per evitarla.

In primo luogo, bisogna moderare il consumo di alcol, inquanto le bevande alcoliche distruggono le cellule epatiche.

La diagnosi precoce insieme alla buona conduzione dello stile di vita rappresentano dei punti importanti per combattere le malattie del fegato.

Per chi non lo sapesse è da prestare maggiore attenzione anche all’ulizzo di sostanze chimiche, semplicemente adoperate nel lavoro o per la pulizia casalinga. E’ importante in questi casi non inalare tali sostanze, non utilizzarle a contatto con la pelle, poichè possono essere assorbite, e soprattutto non bisogna mischiarli.

Inoltre si deve evitare l’esposizione a malattie infettive e fare tutte le dovute vaccinazioni.

Infine non bisogna assolutamente abusare nell’utilizzo dei farmaci.

Un mix tra buon senso, buona volontà e la conduzione di stili e regole di vita adeguati ci possono aiutare a prevenire questa patolgia.
Ricordiamoci che la vita che abbiamo ci è stata donata, e per questa ragione dobbiamo avere cura di noi stessi.
Ci bastano delle particolari attenzioni alla nostra quotidianità e potremo condurre il percorso della nostra esistenza in modo completamente salutare.

1 comment

Leave Comment
  1. Pingback: Come riconoscere i sintomi delle carenze di vitamine | Guide online

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>