Come prevenire gli incidenti in inverno

L’inverno porta con sé freddo e problemi alla viabilità. Gli automobilisti che non possono fare a meno di mettersi al volante dovranno essere più prudenti del solito e prepararsi a far fronte alla nebbia, alla pioggia o anche alla neve. Vediamo quali sono le accortezze da avere per guidare sicuri d’inverno.
Innanzitutto è bene privilegiare i viaggi brevi in macchina e moto. Anzi la moto sarebbe da evitare perché sul bagnato o con la nebbia è pi difficile da gestire. Il primo consiglio dunque è quello di valutare l’opportunità di fare una parte del tragitto con i mezzi pubblici e lasciare il veicolo privato in un parcheggio di scambio.
Se fa molto freddo si consiglia di avere sempre a portata di mano una bottiglia di acqua fresca ma non gelata per sciogliere il ghiaccio qualora si formi sul parabrezza o qualora renda difficoltosa l’apertura delle portiere. Anche l’acqua presente nel radiatore potrebbe essere gelata e quindi non sarà possibile lavare il parabrezza stando comodamente seduti al volante.
In linea di massima, d’inverno, per guidare sicuri bisogna avere una macchina al top, il che vuol dire che la performance d”automobile deve essere assicurata da un ottimo riscaldamento preventivo del veicolo. Per questo è bene prendersi un po’ di tempo, almeno dieci minuti per riscaldare il motore, sbrinare il parabrezza, recuperare la visibilità completa della strada.
Una volta in moto bisogna capire quali sono le condizioni meteo. Se fa soltanto freddo allora sarà sufficiente moderare la velocità così da essere pronti a schivare eventuali pezzi di asfalto ghiacciato.
Il tempo però potrebbe non essere dalla parte degli automobilisti e sulla strada che, ipotizziamo, conduce da casa al vostro posto di lavoro, incontrare numerosi banchi di nebbia. In questi casi è superfluo ripetere di moderare la velocità. Quasi ovunque il limite massimo in casi di scarsa visibilità è di 50 chilometri orari. Per segnalare la propria presenza e rilevare ostacoli o altri automobilisti, è bene usare i fari fendinebbia e gli abbaglianti.
Mettiamo anche il caso che le condizioni meteo peggiorino e ci si trovi nel bel mezzo di un’acquazzone. Come con la nebbia, la visibilità è ridotta al minimo quindi è necessario moderare la velocità e usare i tergicristalli. Per evitare il cosiddetto fenomeno dell’acquaplaning si consiglia di moderare la velocità senza effettuare brusche frenate. Questo fenomeno, come spiegano sempre durante le lezioni di guida, consiste nella formazione di uno strato d’acqua tra l’asfalto e la ruota che limita l’aderenza degli pneumatici alla strada provocando slittamenti di ogni genere.
Il caso estremo di maltempo, infine è il sopraggiungere della neve che porta con sé il ghiaccio se le temperature calano vertiginosamente. La visibilità in questi casi potrebbe non essere un problema ma la stabilità del veicolo sì. Per questo la prudenza non è mai abbastanza e oltre a non superare i 50 chilometri orari si consiglia di avere sempre le catene a bordo. Qualora si fosse costretti a montarle, allora è bene ricordare che con le catene le frenate e le ripartenze brusche, nonchéle accelerazioni sono vietate tassativamente.

Come prevenire gli incidenti in inverno

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>