Come prevenire e curare le emorroidi

Le emorroidi si manifestano inizialmente con pruriti e bruciori. Con il passare dei giorni, tuttavia, il fastidio aumenta costantemente, fino a trasformarsi in dolore vero e proprio e in alcuni casi a dare origine a fenomeni di sanguinamento. Le cause delle emorroidi possono essere diverse, e cercare di formulare una diagnosi personalmente è piuttosto inutile. Il primo passo da fare, dunque, consiste nel rivolgersi a uno specialista, considerato anche il fatto che si tratta di un disturbo che difficilmente scompare in maniera spontanea. È giusto ricordare, inoltre, che le emorroidi, come gli altri disturbi anali quali fistole perianali o ragadi anali, solitamente assumono un carattere di recidività, a meno che non vengano rimossi in maniera definitiva attraverso un’operazione chirurgica. Se trascurati, questi fenomeni possono progredire e trasformarsi in casi patologici con gravi conseguenze. La patologia emorroidaria trova origine nella dilatazione dei vasi venosi situati nella mucosa anale. Per quanto riguarda il trattamento da adottare, la cura si propone di cercare di eliminare i gavoccioli e alleviare i sintomi quali dolore, fastidio generale e sanguinamento. A seconda della fase della patologia, le cure consigliate saranno differenti, ovviamente più radicali in maniera progressiva. Chiaramente, l’ideale sarebbe quello di prevenire le emorroidi, contrastando sin dall’inizio l’insorgenza di tale fastidio. Ma come è possibile prevenire le emorroidi? Alla base di tutto deve esserci un mutamento delle abitudini alimentari, che in alcuni casi può essere sufficiente sia alla prevenzione che, in seguito, alla correzione del fastidio e alla scomparsa (o comunque alla retrocessione) dei sintomi. In seguito, sarà necessario proseguire con degli interventi chirurgici in anestesia locale, che solitamente sono in grado di porre rimedio alla situazione. Solo nei casi più gravi, poi, si dovrà valutare l’opportunità di ricorrere a un intervento chirurgico più radicale. È bene sottolineare, comunque, che se in tempi passati le operazioni chirurgiche che riguardavano le emorroidi erano piuttosto dolorose, e comportavano una convalescenza duratura e altrettanto dolorosa, attualmente è possibile effettuare la rimozione chirurgica con dolore praticamente nullo, grazie alle tecnologie laser. In generale, comunque, per prevenire la comparsa di emorroidi, dovremmo stare attenti a una serie di comportamenti, atteggiamenti, abitudini e azioni che sarebbe meglio evitare. Essi consistono in una vita sedentaria caratterizzata dall’assenza di attività fisica, il ripetuto sollevamento di oggetti pesanti, un regime alimentare carente di acqua e fibre, stare per molto tempo seduti o per molto tempo in piedi, stare per molto tempo sul water, non seguire con rapidità lo stimolo a effettuare i bisogni fisiologici, l’assenza di igiene. Si tratta di cause e fattori che aggravano le patologie eventualmente già presenti, o che concorrono all’insorgenza di esse. Per quanto riguarda l’alimentazione, allo scopo di allontanare il più possibile il fastidio, sarebbe bene evitare vino, crostacei, grassi animali, cibi piccanti, insaccati, formaggi stagionati, spezie, salse piccanti, cibi affumicati, scegliendo, invece, riso e pasta conditi con olio crudo, carni bianche, frutta, formaggi magri e verdura cotta.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>