Come presentare un reclamo

Chi nella vita non ha mai voluto almeno una volta presentare un reclamo? e quanti sono stati poi frenati dalla pigrizia o dalla paura di non essere in grado?
La soluzione è semplice: non tutti sanno che esiste un formulario europeo per guidare i reclami del consumatore: tale formulario è facilmente reperibile presso le associazioni dei consumatori, ma dovrebbe essere agevole anche trovarne copia su internet.
Dunque, forti di questa guida cosa scriveremo nel nostro modulo di reclamo? … non partiamo con la descrizione del problema, facciamo le cose in maniera ordinata: renderemo la vita più semplice al destinatario del reclamo, aumentando così le possibilità che egli faccia qualcosa per noi!
Il primo passo è, chiaramente, quello di presentarsi. Facciamolo in maniera completa: scriviamo chi siamo, il nostro indirizzo, ed eventuali altri recapiti (non immaginate, e ve lo dico per esperienza personale, quante volte si vorrebbe rispondere a un reclamo, ma non lo si può fare, perché chi lo inoltra risulta irrintracciabile perché non ha fornito i propri recapiti!).
Il secondo passo sarà quello di ribadire il destinatario (va bene anche il nome dell’azienda, se non sappiamo in particolare a chi rivolgerci).
Successivamente continuiamo a mantenere un certo ordine, e indichiamo come prima cosa la data in cui si è verificato il problema per cui stiamo scrivendo, nonché se è la prima volta che vi capita lo stesso problema con la medesima ditta. Il “guaio” va indicato in maniera chiara ma sintetica (es. mancata consegna del prodotto, ritardata esecuzione del servizio, metodo di vendita scorretto, modifica del contratto e così via). Successivamente, se lo vorrete fare, aggiungere una descrizione più dettagliata, l’importante è non costringere il destinatario a dover evincere tra le righe di un racconto quale sia il vero problema!
Precisate poi la data ed il luogo in cui avete acquistato il prodotto o richiesto il servizio, ed il prezzo pattuito.
Il passo successivo sarà chiedere, anche stavolta in maniera chiara e sintetica, cosa intendete ottenere sporgendo reclamo (es. annullamento della vendita, cambio del prodotto, rimborsi ecc.) … anche qua, se avete qualcosa che volete aggiungere, fatelo dopo esservi spiegati bene circa la richiesta principale.
Se avete domande di qualunque genere da porre, scrivetele solo dopo avere completato tutta questa trafila, e aggiungete in fondo eventuali fondamenti di legge su cui basare il reclamo (es. la legge che sancisce il diritto di recesso). Date un termine entro cui pretendete risposta prima di adire a vie legali, e ricordatevi di allegare copia di ogni documentazione relativa al problema (es. fotocopie di scontrini o fatture o certificati di garanzia).
Siate cordiali, ringraziate e firmatevi, e imbucate per posta raccomandata (costa un po’di più, ma avrete in mano una ricevuta!).
Nel presentare un reclamo non ci sono svantaggi, ed il possibile vantaggio sarà quello di vedere esaudite le proprie richieste … non male, anche considerando che l’unico prezzo da pagare sarà quello della raccomandata!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>