Come presentare il fidanzato ai genitori

Cosa bisogna fare e cosa non bisogna fare quando si presenta il proprio fidanzato ai genitori? Di certo la presentazione del proprio compagno a mamma e papà costituisce un problema di non poco conto per le coppie, a maggior ragione per le coppie giovani, che viene vissuto molto spesso con trepidazione e fin troppa paura. Andiamo a scoprire, dunque, alcuni suggerimenti e consigli per vivere e sopravvivere a questo momento senza tragedie. Teniamo conto, come prima cosa, che la presentazione del fidanzato non deve essere fatta in maniera imprevista o brusca. È opportuno, in poche parole, decidere di presentare il proprio partner almeno dopo qualche mese. Prima di procedere alla presentazione, sarà bene che anticipiamo ai genitori alcune caratteristiche del fidanzato, al fine di evitare qualsiasi tipo di incomprensione: mettiamo in evidenza i suoi pregi ma senza esagerare, descriviamo il suo stile di vita, se va a scuola o se lavora, mettendo in risalto quelli che riteniamo siano gli aspetti più rilevanti della sua personalità. Tutto ciò deve servire a convincere mamma e papà che il nostro ragazzo si inserisce all’interno del loro schema di valori, è adeguato per il loro stile di vita e rispetta e mette in pratica i loro stessi ideali. Insomma, cerchiamo di fare incontrare le due culture. Potremmo far sì che il primo incontro si verifichi in maniera casuale, attraverso uno scambio di parole piuttosto rapido e una presentazione veloce: con il passare del tempo, avremo modo e opportunità di fare le cose seriamente: in poche parole, la presentazione ufficiale non verrà più ritenuta un problema una volta che mamma e papà avranno preso confidenza e familiarità con la presenza nella nostra vita di un fidanzato. Per presentarlo potremmo scegliere un’occasione importante, per esempio un matrimonio, un pranzo, una festa o comunque una situazione in cui siano presenti altre persone. Sarà preferibile, tuttavia, stabilire in precedenza alcune regole, vale a dire suggerendo al fidanzato in che modo comportarsi, e soprattutto invitandolo ad evitare alcuni argomenti tabù, come per esempio sesso, politica o religione. Insomma, optiamo per conversazioni, per così dire, innocue, di circostanza. Scegliendo un’occasione di convivialità per procedere alle presentazioni si ha la possibilità di rompere il ghiaccio in maniera più facile e veloce: non c’è niente che unisca come la buona cucina e il mangiare insieme. Concludiamo segnalando l’importanza di provare a rendere le cose il più semplici possibile, comportandosi in maniera assolutamente naturale sia con i genitori che con il fidanzato, condividendo ricordi e storie di famiglie, parlando di situazioni comuni e raccontando a papà e mamma qualche aneddoto a proposito del fidanzamento. Seguendo questi pochi consigli le cose andranno sicuramente bene, e nel giro di poco tempo sia il fidanzato che i genitori non faranno niente per nascondere il proprio apprezzamento nei confronti dell’altra parte. Alla base di tutto e dell’incontro, in pratica, deve stare il rispetto, sia per i ruoli reciproci, sia direttamente per la persona: è importante che le persone coinvolte siano in grado di rispettare le idee degli altri, anche nel caso in cui non siano condivise.

presentare fidanzato

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>