Come prepararsi per una lezione di pilates

Il pilates ormai è diventata la ginnastica preferita delle star, nelle palestre americane e non solo, il pilates ha soppiantato ormai la vecchia aerobica.
Qualche nome? Madonna, Sting, Jennifer Aniston, Jessica Parker e Gwyneth Paltrow.
Anche in Italia alcune palestre iniziano ad offrire corsi di questa disciplina e contemporaneamente vengono aperti nuovi centri specializzati in pilates.
Sulle riviste di moda e costume si sente sempre parlare di pilates e forse è giunto il momento di chiarire una volta per tutte in che cosa esso consiste.

Potrebbe essere definito come una via di mezzo tra yoga, stretching ed aerobica. Infatti in comune con lo yoga ha il fatto che gli esercizi si basano principalmente sul controllo della muscolatura piuttosto che sul potenziamento e sulla velocità come accade per stretching e aerobica.
Una normale seduta di pilates si compone di un totale di 500 esercizi che vanno eseguiti in sequenza e che coinvolgono diverse parti del corpo e comportano un impegno per gradi; le sezioni sono respirazione, postura, arti e tronco, collo e testa. Questi esercizi possono essere eseguiti sia a corpo libero che con delle macchine.
E’ curioso anche sapere anche che in origine questa disciplina era utilizzata per la riabilitazione dei soldati feriti durante il primo conflitto mondiale e ancora oggi mantiene in parte quella sua valenza di disciplina che permette di sciogliere e tonificare i muscoli.

Prima di iniziare a praticare questa attività è opportuno sapere che fondamentalmente essa consiste in un esercizio di equilibrio tra respiro e controllo della propria muscolatura.
Quindi prima di una lezione di pilates vi verrà insegnato come respirare, sono tanti infatti i modi in cui il nostro corpo può respirare, saper dare il giusto ritmo alla nostra respirazione è uno dei principi fondamentali per praticare questa disciplina.
Controllo dei muscoli e respiro devono essere in completa armonia, infatti l’obiettivo ultimo di ciascun esercizio è quello di far durare la posizione che abbiamo assunto tutto il tempo che dura l’esercizio di respirazione.
La concentrazione è uno degli elementi fondamentali nell’esecuzione di qualsiasi esercizio, calma e concentrazione permettono di acquisire una maggiore consapevolezza del proprio corpo divenendo un aiuto nella respirazione e nella possibilità di eseguire i movimenti con fluidità.
Anzi, col passare del tempo, praticare pilates diventerà non solo un aiuto per il corpo, ma anche per lo spirito.

L’importante nell’esecuzione è oltre ad accompagnare ogni movimento con la giusta respirazione, è il movimento che deve sempre essere dolce e fluido quasi come se si trattasse di una danza al rallentatore.

Al di là del fatto che il pilates sia un aiuto per restare in forma poichè tonifica glutei ed addome, sono stati dimostrati anche i benefici che apporta all’intero organismo in particolare alla colonna vertebrale, migliorando e correggendo la postura.
Da anni ormai si è diffusa la pratica di questa particolare ginnastica soprattutto per le donne in gravidanza, infatti oltre ad offrire benefici per la schiena che durante questo particolare periodo viene sottoposta a stress notevoli, risulta anche un valido aiuto per preparasrsi al parto.
Esistono poi comunque diversi livelli nei corsi di pilates a seconda della preparazione psicofisoca che si è raggiunta, per i principianti le lezioni sono principalmente concentrate sul controllo del respiro e della muscolatura.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>