Come prepararsi per una calamità naturale

Le calamità naturali sono eventi rari e non sempre prevedibili e proprio per questo e per la loro potenza distruttiva estremamente difficili da prevenire ad affrontare. Possono essere inclusi in questa categoria eventi quali terremoti, alluvioni, disastri ambientali, ma anche eventi quali l’improvvisa interruzione di servizi basilari ad una comunità, quali l’erogazione di acqua, luce o gas. Perciò essere preparati al meglio a qualsiasi evenienza è di fondamentale importanza per riuscire a superare bene tali eventi e, talvolta, a sopravvivere alla furia distruttiva della natura.
La cosa fondamentale che occorre tener presente in tali evenienze è che elementi quali lo stress, l’ansia o il panico devono essere dominati, in quanto impediscono di pensare ed agire in modo lucido e non fanno altro che rendere la nostra battaglia contro le calamità ancora più difficile; perciò occorre mantenere sangue freddo ed una dose di ottimismo seppur difficile da avere in occasioni simili.
Detto ciò, occorre tenere presente come fondamentale debba essere la presenza di un kit di sopravvivenza per affrontare soprattutto le prime fasi dell’emergenza, le più difficili.
Nel kit di sopravvivenza non deve assolutamente mancare l’acqua: si consiglia infatti di tenere in un luogo sicuro e raggiungibile facilmente una scorta idrica di circa 3 litri per ogni persona per ogni giorno di emergenza da dover affrontare. Il contenuto del contenitore dev’essere cambiato almeno ogni sei mesi per evitare contaminazioni dell’acqua presente. Fondamentale è anche l’apporto di cibo, in particolare di cibi in scatola ad apertura manuale ed a lunga conservazione, così come almeno un cambio di vestiti comprendente anche un paio di scarpe di riserva robuste ed impermeabili ed almeno un sacco a pelo dove poter dormire nel caso non si possa usufruire temporaneamente di un alloggio.
Altro elemento da non dover trascurare è quello economico, quindi fondamentale è avere almeno un piccolo gruzzolo oppure carte di credito cariche sempre con sé.
Anche i medicinali sono fondamentali in situazioni di emergenza: occorre quindi avere sempre con sé un piccolo kit di pronto soccorso, delle pastiglie per la disinfezione dell’acqua, ed una lista di medicinali necessari ai componenti della famiglia o eventuali prescrizioni mediche relative.
Per affrontare al meglio anche situazioni relative alla mancanza di luce si consiglia di portare sempre con sé anche una torcia a batterie, da tenere sempre cariche ed efficienti, magari anche con l’ausilio di batterie di scorta, anch’esse cariche.
Per l’utilizzo dell’automobile invece, seppur non sempre possibile in certe situazioni ma comunque indispensabile nel caso in cui ci si debba spostare in un altro luogo occorre tenere sempre a portata di mano le chiavi principali e quelle di scorta dell’auto, la quale deve avere comunque costantemente un contenuto di benzina nel serbatoio tale da affrontare viaggi almeno di un centinaio di chilometri.
Con questi accorgimenti non si riuscirà comunque ad affrontare tutte le evenienze spiacevoli causate da una calamità naturale ma si potrà comunque gestire meglio la fase più critica dell’emergenza ad essa legata.

cala

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>