Come prepararsi per l’esame di stato

L’avvicinarsi degli esami di stato provoca ansia e stress in milioni di studenti in tutto il mondo. Per evitare questo stato di ansia e stress è necessario prepararsi bene agli esami, in modo tale da affrontarli con una maggiore serenità. Una buona preparazione consiste principalmente nello studiare i temi trattati in modo approfondito. Si consiglia di iniziare un piano di studi almeno 2 mesi prima, e di ripassare tutte le materie. Le materie vanno suddivise in piccoli gruppi di argomenti. Ogni settimana, studiate affondo questi argomenti e fatevi testare da un genitore o da un amico. Tutto ciò che non avete capito bene o che avete sbagliato andrà messo di lato, per poi essere ripassato. Molti scienziati sostengono che il momento migliore per studiare è la mattina presto o subito dopo il pranzo. Iniziate a studiare in questi orari, ma provate anche a studiare in orari diversi. Infondo non siamo tutti uguali e magari altre persone non riescono a studiare in determinati orari perché hanno altri pensieri in testa. Un altro consiglio è quello di registrare su di un lettore MP3 alcuni testi. Per effettuare la registrazione dovrete leggerla voi a voce alta (così è anche un ottima scusa per ripassare) e poi dovrete ascoltarla ogni sera, con l’ausilio di un paio di cuffie, quando andrete a dormire. E’ noto che durante il sonno si apprende molto, anche se noi non ce ne accorgiamo. Nonostante non sia mai stato accertato che questo aiuti, si può provare. Molti studenti confidano in questa tecnica, ma solo se affiancata allo studio ed all’approfondimento delle materie che presentano alcune difficoltà. Non abbiate timore di chiedere informazioni ai vostri professori. Organizzate insieme a loro un orario dove sarà possibile porre delle domande o per studiare insieme alcune cose. I professori non hanno alcun interesse a bocciare, anzi, più studenti passano, più sono gratificati. Vi aiuteranno sicuramente. Un’altra cosa fondamentale consiste nel divertirsi. E’ inutile barricarsi in casa e stare chinati per ore sugli stessi libri. Il nostro cervello non assimila più di tanto contemporaneamente, quindi si consiglia di porzionare le ore di studio in 4 o 5 sedute e di uscire e distrarsi durante l’intervallo tra un ciclo di studio e l’altro. Studiare è importante, ma se non si trova il metodo di studio giusto non serve a nulla, anzi, porterà solo frustrazione e stanchezza. Concentratevi su tutte le tematiche durante l’arco della giornata. Non è vero che porta a confondersi, ma anzi: se studiate tematiche diverse nello stesso giorno, starete più attenti. Non appena vi stancate o iniziate a leggere ma a non capire ciò che state leggendo, chiudete tutti i libri e concedetevi un pomeriggio di relax. Il giorno dopo sarete più pronti ad affrontare i libri. Leggete sempre a voce alta e premiatevi ogni qual volta finite un argomento. Barare non serve a niente, è il vostro esame che determinerà il vostro futuro. Studiate per farvi un favore: una volta passati gli esami,sarete liberi di scegliere se continuare a studiare o meno.

esame di stato

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>