Come preparare la tavola per il pranzo di Pasqua

Sicuramente uno dei momenti più attesi della Pasqua è il pranzo della domenica, che riunisce amici e parenti. Così come accade per il Natale, anche per il pranzo pasquale è necessario prestare molta attenzione alla tavola. Anche questa festa, infatti, è caratterizzata da simboli tipici, che potremo mettere in mostra utilizzando decorazioni apposite. Insomma, dobbiamo tenere conto come sempre che una tavola imbandita rappresenta l’opportunità più importante per essere al centro dell’attenzione. Alcuni punti dovranno essere comuni a prescindere dallo stile con cui vogliamo decorare la tavola. Ci riferiamo, in particolare, all’uso di colori pastello, che richiamano la primavera, alla presenza di addobbi tradizionali e a un menù contraddistinto dai piatti tipici della tradizione. Nel caso in cui si desideri apparecchiare la tavola secondo uno stile formale, dovremo ricorrere a una tovaglia, bianca e possibilmente preziosa, oppure con ricami a tema, colorata. Chiaramente i tovaglioli devono essere coordinati. Nel caso in cui usiamo una tovaglia bianca, comunque, potremo utilizzare piatti con colori pastello, oltre che decorazioni floreali in linea con la ricorrenza pasquale. Per una tavola molto elegante, avremo bisogno di centrotavola e segnaposto speciali, con figure a tema tipiche. Per esempio, avremo la possibilità di usare delle uova, colorate o bianche, di ogni colore o dimensione, ma anche fiori primaverili, nidi di ghirlande e altre decorazioni di tipo vegetale. L’unico accorgimento cui bisogna stare attenti è quello di non usare elementi con un profumo troppo forte, in quanto potrebbero andare a disturbare l’appetito. Un’altra figura che sarebbe ideale per ornare in maniera simpatica la tavola è quella del pulcino. Se proponiamo delle uova sulla tovaglia, sarebbe carino incollarne alcune di carta sui vetri delle finestre, o semplicemente dei palloncini colorati, che hanno una forma simile, e che sono l’ideale per un pranzo cui prenderanno parte anche dei bambini. Per quanto riguarda i colori, saranno da prediligere quelli primaverili, tenui, del rosa, del lilla, dell’azzurro, ma soprattutto arancio e giallo. Nel caso in cui, invece, si decida di adottare uno stile più informale per decorare la tavola, potremo utilizzare delle tovagliette all’americana, con bicchieri e piatti di plastica (non bianca, però), senza dimenticare le uova o i pulcini come sfondo tematico. Per quel che concerne i posti tavola e il centrotavola, potremo molto semplicemente inserire dei fiori in un tovagliolo, avvolto a forma di cono. Il tutto sarà più gradevole se i fiori richiameranno il colore delle posate. I sottopiatti potranno essere di tessuto o di carta (quelli di tessuto naturalmente sono riutilizzabili). In generale, comunque, sarebbe preferibile richiamare elementi naturali: come abbiamo già detto, possiamo inserire dei fiori recisi nei tovaglioli, ma anche disporre dei petali di rosa su tutta la tovaglia (ovviamente dopo averli lavati con la massima attenzione). Concludiamo segnalando l’importanza di non usare un numero eccessivo di piatti e di posate, che potrebbero dare l’impressione di un evento troppo formale e rigoroso, contrario al clima di convivialità che un pranzo pasquale deve suscitare nelle persone che vi prendono parte.

tavola_pasqua

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>