Come posizionare in modo corretto una parabola satellitare

Negli anni precedenti la sintonizzazione della parabola satellitare veniva considerata dalla maggior parte degli utenti quasi come un arte arcana, in grado di essere espletata solo da tecnici qualificati.
Tale affermazione non vuole affatto sminuire l’utilità del lavoro di questi esperti, ma è un modo per dire che oggigiorno per chi dispone di un collegamento ad internet ed un poco di buona volontà, è possibile svolgere autonomamente l’operazione argomentata.
Premesso che attualmente è facile reperire sul mercato d’internet o dei megastore un kit comprensivo di parabola 80cm, decoder e convertitore LNB (meglio che sia con 4 uscite per il collegamento a più decoder), ad una cifra intorno a 80/90 euro, andiamo a vedere di seguito come posizionare correttamente una parabola.
Per prima cosa consiglio, per una migliore ricezione del segnale, d’installare in modo perfettamente orizzontale l’antenna satellitare in un luogo privo di barriere e più elevato possibile. Il secondo passo sarà quello di posizionare il braccio dell’antenna verso il sud e fino a qui sarà possibile aiutarsi con una semplice bussola.
A tal punto, se si vuole evitare di passare le giornate ad effettuare spostamenti infinitesimali con la speranza di incappare nelle coordinate approssimative di elevazione ed azimuth, quest’ultime necessarie per ricevere il giusto segnale da uno dei satelliti a noi utili, posti sopra la linea dell’equatore ( es. gruppo sat. Hot Bird), come valida alternativa si potrà acquistare un analizzatore TV in grado di calcolare automaticamente l’angolo delle due coordinate.
Questo efficace strumento va collegato attraverso il cavo in dotazione USB-host ad una delle uscite del convertitore LNB montato all’estremità del braccio della parabola, dopodiché non si dovrà far altro che spostare lentamente l’antenna, prima orizzontalmente e poi verticalmente, fino a quando il segnale sul display dell’analizzatore TV non abbia raggiunto l’apice.
Possiamo trovare in commercio diversi modelli di questo apparecchio, alcuni dei quali a mio avviso dai costi eccessivi che si aggirano anche intorno ai 2.000 euro. Citando un’esperienza personale, posso dire che ho avuto il modo di vedere in azione per il montaggio della mia parabola, il misuratore di campo Clarke Tech SFP con schermo da 3.5 Pollici a colori sul quale è possibile osservare in tempo reale le immagini per stabilire la migliore ricezione del segnale, oltre ad essere dotato di misuratore con indicazione grafica e sonora.
Questo strumento svolge in pieno la sua funzionalità e rispetto agli analizzatori più sofisticati, facendo una ricerca su internet lo si può trovare ad un prezzo tra i 250 e 300 euro.
Detto questo, sicuramente l’ipotesi di dover affrontare una spesa non indifferente e che non possa essere facilmente ammortizzabile nel tempo, porterà molti consumatori a classificare come uno svantaggio l’idea del misuratore di campo, a meno che si tenga presente il fatto di non avere più necessità in futuro dell’intervento di un tecnico o meglio ancora si potrà considerare di utilizzare il proprio tempo libero per dilettarsi all’installazione di parabole.

para

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>