Come perdere peso con la crononutrizione

La crononutrizione è un regime alimentare vero e proprio, che ci permette di mangiare qualsiasi tipo di cibo, a patto di attenersi ad orari precisi. Si basa infatti sul ritmo ormonale e biologico dell’organismo durante il giorno.

 

Istruzioni

  1. La crononutrizione indica cosa e come mangiare, in precisi momenti della giornata. Riassumendo al massimo le indicazioni di questo regime alimentare abbiamo che: il mattino è riservato ai cibi grassi, i cibi densi sono adatti per il pranzo, i dolci devono essere mangiati al pomeriggio e la sera è l'ideale per i cibi leggeri. L'apporto medio di calorie giornaliere previste per questo tipo di regime alimentare è di 1500 Kcal; i chilogrammi che si possono perdere nella prima settimana sono all'incirca tre. La dieta permette di assumere quasi tutti i cibi, ad eccezione di latte e yogurt, in quanto contendono il lattosio, uno zucchero che è difficilmente assimilabile dall'organismo.

  2. Al mattino l'organismo emette colesterolo buono, in modo particolare l'enzima chiamato lipasi, che serve a digerire i grassi. Questo ci permette di poter mangiare, ad esempio, formaggio e burro. La crononutrizione ci permette di fare colazione con 100 gr. di formaggio fresco, con due uova, oppure ancora con un toast con formaggio e prosciutto, o con 40 grammi di burro su una fetta di pane integrale. È concessa una bevanda calda, ma rigorosamente senza zucchero.

  3. Intorno all'ora del pranzo, il nostro organismo produce amilasi e proteasi, enzimi per la digestione di amido e proteine, di conseguenza possiamo nutrirci con carboidrati, farinacei e alimenti proteici. Questo significa che il classico piatto di pasta o riso con i loro condimento, il tutto accompagnato da un secondo leggero o un contorno di verdure, sono l'ideale per il pranzo. In alternativa, per variare, possiamo eliminare il primo piatto e consumare una porzione di cane o pesce con un contorno di riso pilaf o patate. Per concludere il pasto, scegliamo a piacere due frutti.

  4. Durante le ore pomeridiane, il nostro organismo produce insulina, possiamo quindi optare per uno spuntino a base di cibi dolci. Questo non significa certo che possiamo rimpinzarci di pasticcini, ma piuttosto concederci qualcosa di piacevole e salutare al tempo stesso. La frutta fresca è ottima, ma anche la frutta secca, 50 grammi al massimo, è molto consigliata. Via libera anche a succhi di frutta e cioccolato fondente.

  5. 5. Nelle ore serali, il nostro organismo non secerne alcun tipo di enzima digestivo, per questa ragione, nello scegliere gli alimenti per la cena, è bene optare per un pasto di tipo leggero. I carboidrati vanno evitati, sono invece da preferire cibi quali verdure crude, carni bianche o grigliate, senza abbinare condimenti troppo grassi.

crononutrizione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>