Come pagare WhatsApp

Come tutti i fedelissimi di Whatsapp sapranno, anche se quando ci siamo scaricati dal market di Google play l’applicazione stessa gratuitamente, era scontato che dopo un periodo di prova della durata di dodici mesi sarebbe stato necessario pagare o rinnovare la licenza per continuare a usufruirne.

Infatti, Whatsapp contrariamente alle altre applicazioni concorrenti completamente gratis, dopo l’ultimo aggiornamento alla versione 2.9.3936 come specificato in una piccola postilla al momento della sua installazione, sarebbe divenuta a pagamento.

Esaminiamo le semplici modalità per pagare o rinnovarne la licenza d’uso;
la prima cosa ovviamente sarà quella di avere un account Whatsapp e Paypal attivo, la versione dell’applicazione dovrà essere aggiornata alla 2.9.3936 o successive, una volta certi di avere questi requisiti dovremo collegare una carta di credito agli account specificati in precedenza, il mio suggerimento è di utilizzare una carta prepagata come Poste Pay, in quanto è molto semplice sia per la sua attivazione sia la sua stessa gestione.

Ora dovremo controllare quando o se è già scaduta la licenza d’esercizio della nostra applicazione, apriamola, nella schermata successiva rechiamoci nelle impostazioni, account, licenza, qui troveremo tutti i dati che ci occorrono sia il nostro numero di cellulare, sia la data di scadenza.

Una volta controllato, se il servizio è in scadenza potremo rinnovarlo semplicemente con pochi passaggi.

Dopo aver collegato una carta di credito prepagata (tipo Poste Pay o similari) al nostro account Paypal, rechiamoci in un ufficio postale e procediamo a ricaricare la nostra carta di dieci euro.
Effettuata quest’operazione, ora riapriamo Wahtsapp sul nostro smartphone, rechiamoci nelle impostazioni, account, pagamento, e scegliamo per quanto tempo vogliamo estendere l’applicazione, se per uno, due o tre anni, tenendo conto che il canone annuo è di 0,79 centesimi per chi utilizza il sistema operativo Android, o altri, per chi invece utilizza iPhone il costo è leggermente superiore 0,89 centesimi, effettua la scelta desiderata ora clicchiamo su procedi e attendiamo l’ok che ci sarà confermato con un sms.

Appena ricevuto l’SMS di conferma, potremo continuare a utilizzare liberamente Whatsapp.

In conclusione è preferibile rinnovare non oltre i tre anni l’applicazione, infatti, quasi mensilmente le varie applicazioni di messaggistica sono aggiornate, magari anche senza essere obbligati a pagare nessun diritto di utilizzo.

WhatsApp

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>