Come ottimizzare lo spazio con un camino a gas ad angolo

Il camino è quella parte dell’arredamento che armonizza le serate con amici o parenti poiché crea un’atmosfera magica che solo vivendola si riesce a capire.
Se si vuole ottimizzare lo spazio in casa la scelta del camino ad angolo è la scelta migliore ma non l’unica.
Per prima cosa bisogna capire il tipo di camino che si vuole a prescindere se questo è ad angolo o no.
In commercio ci sono molti tipi di camini e in base alla vostra scelta anche lo spazio che viene ad occupare il camino cambia.
In commercio si trovano camini aperti, camini chiusi, camini a legna, camini a pallet, camini a gas e così via.
Per esempio un camino aperto può essere più piccolo di un camino chiuso con inserto.
La scelta è importante poiché in base ad essa non solo ottimizzerà lo spazio ma peserà in modo non indifferente sul proprio portafoglio.
Poi molto dipende dal proprio gusto personale e da come volete la vostra casa.
Comunque nella maggioranza dei casi un caminetto ad angolo ottimizza lo spazio più di un camino a parete normale.
Quando si sceglie il camino bisogna considerare anche primariamente la canna fumeria che si va ad utilizzare, questo è un altro elemento che deve essere tenuto in considerazione.
Se si scegli un camino con inserto bisogna mettere in considerazione che questo richiederà più spazio poiché oltre ad avere un inserto che di solito ha delle misure standard bisogna tenere in considerazione anche la copertura del camino, le parti laterali e la parte frontale con la cappa o capello.
Per intenderci la struttura esterna oltre all’inserto che è il cuore del camino.
I caminetti a gas funzionano con il normale metano che passa nelle nostre città.
Il funzionamento è quello tipico di una caldaia.
Sicuramente è un modo di riscaldare più ecologico e non ha particolari dispersioni di polveri della combustione a legna o a pallet.
Inoltre il gas permette di risparmiare poiché la legna ha costi elevati oltre al fatto che inquina.
L’effetto ottico è uguale ed identico ad un normale camino poiché la fiamma è viva come se fosse una brace e poi all’interno gli ugelli sono nascosti e come se bruciasse un ceppo di legno.
In commercio esistono varie forme e varie marche di camini a gas, esistono camini che occupano lo spazio di una televisione con un design ricercato e molto moderno.
I prezzi variano molto in base alla marca che si sceglie e al modello, non sono di certo economici anche perché bisogna tenere in considerazione che non bisogna comprare solo il camino ma bisogna tenere conto della spesa legata alla canna fumaria e all’installazione del camino.
I lati positivi della scelta di un camino ad angolo a gas sono: l’impatto ecologico del gas, il fatto che sia economico, non sporca come la legna, non ha bisogno di grandi manutenzioni, e si possono scegliere veramente modelli piccoli ma bellissimi.
I lati negativi sono pochi, sicuramente non si ha l’atmosfera di sentire il ceppo di legna che brucia ma questo non è un vero lato negativo poiché fa parte della scelta che si fa.
I prezzi dei camini a gas vanno da circa 1000 euro fino ad arrivare a prezzi molto più alti, tutto questo è da valutare in base alle caratteristiche del camino.
Sicuramente se si scegli un camino a gas si fa una scelta ecologica.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>