Come ottimizzare il computer

Per ottimizzare un computer, e quindi far si che renda sempre al massimo, è necessario tenerlo in ordine, ‘pulito’ da software obsoleti e sopratutto da virus.
Quindi prima operazione necessaria, installare un antivirus efficiente ma che allo stesso tempo, non rallenti troppo le prestazioni del nostro computer. A meno che non lavoriamo per la NASA, non c’è bisogno a tutti i costi d’avere l’ultimo antivirus uscito sul mercato, basta uno buono che fa il suo dovere e non ci rallenta il lavoro o la navigazione.
Un’altra operazione importante, è quella di non installare il primo programma che ci capita sottomano, in quanto non solo installeremo un programma, ma caricheremo anche numerosi dati in memoria, sopratutto se lo stesso parte in automatico con l’avvio del PC. Proprio quando accendiamo il computer, è bene che si carichino in memoria solo i programmi essenziali, possiamo scegliere noi quali software si devono avviare in automatico all’apertura di Windows e si porranno in attesa di essere richiamati dall’utente. Questo metodo è molto utile ai programmi stessi ma è un peso per il sistema. Quindi seguiamo la seguente dicitura: Start -> Esegui -> Scriviamo msconfig -> Scegliamo la finestra Avvio.
Bene qui troviamo tutti i programmi che partono in automatico, scegliamo solo quelli a noi necessari.
Un altro ‘peso’ per il nostro personal computer è rappresentato dai file temporanei e sopratutto da tutti i punti di ripristino che si creano in automatico ogni qualvolta installiamo un nuovo programma! Di punti di ripristino ne bastano un paio, quindi andiamo in Risorse del Computer, scegliamo il nostro hard disk dove è sistemato il sistema operativo, tasto destro, proprietà e pulitura disco. Nella finestra che si apre possiamo spuntare le caselle con i file che ci interessano eliminare, seguendo la descrizione che ci viene fornita e il loro peso in KB. Poi effettuiamo la stessa operazione, scegliendo però la voce ‘altre opzioni’ e concentriamoci sulla scritta ripristino di configurazione di sistema e clicchiamo sul pulsante pulitura. Il PC lavorerà per qualche minuto in quanto spesso ci sono molti file da eliminare.
All’inizio di questa guida, vi ho parlato di ‘ordine’ , per tenere ordinati i nostri file nel nostro computer, non basta sistemare le icone presenti sul desktop, quello è solo un ordine visivo. Bisogna invece effettuare periodicamente la deframmentazione, in modo che il PC sposti i file scritti sul hard disk in modo che questi siano vicini tra loro e il sistema non debba fare dei salti durante la lettura del disco. Il programma di deframmentazione lo troviamo in Accessori -> Utilità di Sistema -> Utilità di deframmentazione dischi. E’ un’operazione che richiede un bel po’ di tempo, è bene farla quando non siamo operativi sul computer e sopratutto non bisogna spegnere il computer durante la deframmentazione. Il PC delle volte non ci consiglia di deframmentare, io personalmente vi consiglio una deframmentazione al trimestre, in fondo non costa nulla.
Spero che queste indicazioni che vi ho dato, siano utili per mantenere efficiente il vostro computer e lavorarci bene sopra.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>