Come ottenere un ventre piatto

Ecco alcuni preziosi accorgimenti per ottenere un ventre piatto. Innanzitutto, è necessario partire da un regime alimentare corretto, e da scelte nutrizionali che impediscano la formazione di gonfiori ed evitino cuscinetti adiposi. Ecco, dunque, che bisogna evitare nella maniera più assoluta salse, bevande gasate, fritture, gomme da masticare, latticini quali panna, yogurt e latte, caramelle, pasta, pane bianco specialmente se fresco, succhi di frutta, riso, frutti farinosi, merendine, legumi e semola. Vanno bene, invece, le proteine animali di pollame, pesce e carni magre, soprattutto se cotte al vapore o alla griglia. Bene anche uova, tuberi come ravanelli e carote, frutta fresca e secca, porri, cavoli, tisane, tè, cioccolato fondente, verdure a foglia verde, acqua e cereali in quantità ridotte. I pasti devono essere distribuiti lungo la giornata. Devono avvenire a orari regolari e non velocemente. Ogni boccone deve essere masticato almeno quindici volte, così da agevolare il processo digestivo. Bisogna preferire i cibi cotti a quelli crudi, limitare notevolmente l’impiego del sale e soprattutto non spiluccare, visto che ogni volta che si mangia qualcosa si ridà inizio al processo digestivo. Assolutamente vietato, inoltre, il cibo da fast food. Una volta intervenuti sugli alimenti, bisogna anche preoccuparsi di mantenere uno stile di vita corretto. Per avere il ventre piatto fare un po’ di esercizio fisico è fondamentale. Esso, infatti, consente di bruciare le calorie, e di conseguenza sciogliere i grassi in taluni punti. Il risultato è che avremo una fascia addominale più piatta e una postura migliore, con conseguente processo digestivo migliorato: l’assimilazione e l’eliminazione degli alimenti ne trarranno vantaggio. Quali sport bisogna praticare quindi? Vanno bene le attività aerobiche come nuoto, jogging, marcia, pattinaggio o ciclismo: sono sufficienti quaranta minuti di andatura moderata, che inducono l’organismo a prelevare energia dalle riserve di grasso. Se tali attività vengono praticate anche solo due o tre volte a settimana, a lungo andare i risultati sul ventre saranno evidenti. Altri consigli riguardanti l’esercizio fisico: sarebbe molto utile eseguire gli addominali. Si tratta di esercizi che sollecitano il ventre, allungano i muscoli addominali e li tonificano senza gonfiarli. Dieci minuti di esercizi al mattino sono più che sufficienti. È importante, inoltre, lavorare anche sul proprio portamento, facendo riferimento ad attività come danza, aquagym, yoga o pilates. Concludiamo segnalando, infine, che il ventre rappresenta il recettore centrale di tutta la sfera cerebrale: in caso di shock emotivi, stress o malesseri, l’energia si blocca, con conseguenze sul resto del corpo. Alcune piante per combattere la sensazione di costipazione e di gonfiore della pancia, in grado di agevolare il processo digestivo, sono il finocchio e le fave di fuca. Per alleviare i disturbi, bene anche fumaria, camomilla, carciofo, cumino e argilla bianca.

ventre piatto

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>