Come organizzare una festa a casa propria

Chi non ha mai organizzato una festa a casa propria? Anche se si è trattato solo di un piccolo party di compleanno, oppure di un barbecue di inizio estate, consideriamo che le cortesie che mettiamo in atto verso i nostri ospiti sono le stesse di una festa importante. Solo il numero delle persone aumenta, e a questo dobbiamo essere preparati.
Se abbiamo una bella casa, molto accogliente, organizziamoci in questo modo.
Le sedie: sono la prima cosa da procurarsi, anche se dovessimo organizzare una cena in piedi, perché prima o poi qualcuno dovrà pur sedersi, ed è brutto che non ci sia posto. Abbiamo dei divani? Creiamo una zona salotto, nella quale si possa star comodi a chiacchierare. Meglio se vicino un camino, dove poggeremo dei puff, e altre sedie (almeno 4 più del totale degli invitati) che ci saremo fatti prestare da un vicino.
Il cibo: con un catering non si sbaglia mai, soprattutto se è una festa importante. Una laurea, un matrimonio civile o le nozze d’argento, 18 anni, o il festeggiamento di una promozione non vanno dimenticati. Il numero delle portate non deve essere eccessivo, ma la qualità del cibo sarà ottima, perché è quello che gli invitati ricorderanno di più. Largo spazio a delle bevande raffinate (vino rosso o bianco a seconda della portata, ma entrambi devono presenziare) e ad un ottimo moscato che accompagni dolci e frutta. Questi concludono sempre la cena o il pranzo. Se manca la torta, non vanno sostituiti da un dolce unico, ma da una varietà di dolciumi che solo un buon catering vi può fornire. Come trovarne uno eccellente? Solo con il passaparola troverete quello giusto!
I catering migliori si occupano di fornire anche i tovagliati adatti all’occasione, e la posateria. Se vi piace organizzare da soli, rispettando i colori della vostra casa, potete anche farlo da voi, risparmiando sul servizio.
I festoni: non ha importanza il tipo di festa, tutte devono avere una loro connotazione a livello di colore. Se è una laurea, tutto sarà sul rosso. Se è un matrimonio, preferite i colori chiari. Se si tratta di una festa di lavoro, vanno bene anche dei festoni gialli.
I fiori: non esagerate nel riempire la casa di fiori, ma create dei centrotavola adatti all’occasione. I girasole possono diventare segnaposto, come le rose possono essere poste al centro in cesti dai colori delicati. Basta solo scegliere un colore e un tipo di fiore e riproporlo per tutta la casa.
Le luci: le luci sono importanti in una festa, perché vanno create le zone d’ombra e quelle più luminose. Le prime sono quelle in cui si chiacchiera piacevolmente, vicine alla zona salotto. Le seconde quelle in cui ci si muove maggiormente, soprattutto se ci sono bambini.
La babysitter e la dogsitter: anche se importate dall’America, queste delicatezze sono amate dalle famiglie italiane. Se c’è un giardino ancora meglio. Potete prendere un clown che faccia divertire i bambini, in tutta tranquillità. Eviterete inoltre di far lasciare a casa il cane.
Gli inviti scritti: sono una raffinatezza che non tutti amano. Da spedire per posta (e non via e-mail!) una settimana prima, vanno elaborati rispettando le tinte e il tenore della festa.

organizzare festa

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>