Come organizzare una dispensa

Tra i mille impegni di ogni giorno, chi ha anche la gestione della casa e della cucina dovra’ sicuramente organizzarsi come si deve per evitare di ritrovarsi a cercare magari qualche alimento nei vari armadi, o per evitare di rimanere senza qualche ingrediente quando ha fretta di preparare qualche piatto specifico.
Ovviamente l’organizzazione e la disposizione degli alimenti negli armadi è qualcosa che va rodato, migliorato col tempo con successivi piccoli aggiustamenti e modifiche fino a che non si trova la soluzione piu’ vicina alle nostre esigenze.
Sia nel caso che abbiate una cucina molto grande che puo’ ospitare anche tutti gli alimenti e fungere cosi anche da dispensa, sia che abbiate come me un locale distinto dalla cucina (che nel mio caso e’ troppo piccola) ci sono alcune regole base da seguire per conservare al meglio gli alimenti:
– gli alimenti vanno conservati a una temperatura compresa tra dieci e venti gradi, io li tengo in ripostiglio, unico locale della casa non dotato di termosifoni
– si dovrebbe tenere una umidita’ piuttosto alta, condizione che si puo’ ottenere oscurando le finestre e se possibile isolando le pareti, pero’ anche con una umidita’ paragonabile a quella delle altre stanze della casa gli alimenti si conservano comunque bene
– montate una scaffalatura, meglio se in legno, per far “respirare” gli alimenti piu’ delicati, se possibile dotata di sportelli, perche’ gli alimenti si conservano meglio e piu’ a lungo al buio. Se ne trovano di resistenti ed economiche anche da Ikea.
La dispensa deve essere organizzata in modo tale da avere sempre a portata di mano tutto quello che ci puo’ servire, quindi per me la prima regola, una volta decisi gli spazi da destinare ai vari alimenti, e’ quella di disporli, ogni volta che aggiungo qualcosa, secondo la data di scadenza, in modo tale che quando vado a prendere un alimento il primo a trovarsi a portata di mano sia quello con la scadenza piu’ ravvicinata.
Siate intransigenti su questo punto, perche’ se quando fate la spesa non spendete del tempo a mettere le cose in ordine non vi metterete certo a cercare l’alimento adatto quando lo cercate e state magari gia’ cucinando! Se non lo fate subito non lo farete di certo in seguito!
Per quanto riguarda la disposizione degli alimenti io mi regolo cosi: nel ripiano piu’ in basso tengo tutti gli alimenti freschi che non necessitano di essere conservati in frigorifero, come ad esempio le patate (meglio se in una cassetta di legno), le banane e gli agrumi.
Mia nonna mi ha raccomandato anche di tenere in basso le bottiglie di olio, e di sceglierle con vetro scuro, non ne conosco il motivo ma non lo discuto!
Nei ripiani intermedi ho posizionato le bottiglie di vino, i pacchetti di biscotti, i pacchetti di brioches, lo scatolame per gli animali, lo zucchero, la farina, i dolciumi vari, cracker e grissini.
Nei ripiani piu’ alti tutti gli alimenti contenuti nei barattoli di vetro, quindi le confetture, i passati di pomodoro, sottoli e sottaceti.
Basta davvero poco per organizzarsi in modo tale da non sprecare e non rimanere senza ingredienti fondamentali!

dispensa

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>