Come migliorare la comunicazione nel matrimonio

Una volta si diceva: il matrimonio è per sempre. Oggi invece si dice: vabbè, ma tanto c’è il divorzio! Pareri contrastanti di una società che cambia e lascia spazio al futuro, a nuovi modi di vedere e relazionarsi con le cose. Il matrimonio è ancora per molti un passo importante, ma come è ovvio che sia ogni rapporto umano, difficile da gestire.
La difficoltà che spesso si incontrano possono però essere mitigate dalla comunicazione, anche se molto dipende dalle situazioni preesistenti.
La comunicazione è alla base di tutte le relazioni sociali umane, poichè aiuta nella comprensione dell’ altro e nel risolvere intoppi e necessità inespresse: senza la comunicazione sarebbe davvero dura riuscire ad andare avanti, ma qui parliamo di un discorso molto sui generis, poichè per il matrimonio le cose si… complicano!
Quando si è sposati e si vive assieme e si condividono nel bene e nel male tutte le situazioni e le difficoltà della vita, capita spesso che la comunicazione sia messa in crisi dalla quotidianità a discapito del rapporto. Imparare a parlare, a gestire le proprie emozioni, a far entrare l’ altro nelle proprie sensazioni, siano esse positive o negative, è un processo che va appreso fin da subito. Molto spesso capita che nei primi anni di matrimonio la comunicazione sia più semplice: si è ancora freschi dell’ emozione delle nozze, pieni di entusiasmo per una nuova vita da dividere in due e quindi ogni cosa è da raccontare, da condividere. Ma poi, col passare de tempo, i toni si smorzano e ci si fa prendere dai problemi della vita: la sera, al ritorno dal lavoro, non ci si racconta più come è andata, ma ci si sprofonda nel divano, in silenzio, magari davanti alla tv che parla per noi. Quando poi la famiglia cresce, la coppia non esiste più se non coltivata, poichè troppo assorbita da un nuovo impegno: i figli.
A me e mio marito è capitata la stessa cosa: primi due anni di matrimonio sono stati fantastici, condividevamo anche le minime sciocchezze che ci erano accadute durante la giornata, avevamo tempo per la nostra intimità e per le nostre uscite romantiche. Ma quando è arrivata Giulia, nostra figlia, le cose hanno cominciato a prendere una piega diversa: correvamo tutto il giorno fra lavoro, tata, al casa e la bimba, e alla sera non c’ era proprio la forza fisica e la volontà di chiacchierare o di stare assieme. Tutto era diventato routine e ogni cosa mi faceva scattare in modo assurdo e via alle scenate e ai litigi!
Poi un giorno ho detto basta.
Mi sono presa un giorno di permesso a lavoro e ho fatto ricerche su internet per trovare una soluzione: come se avesse capito che la stavo cercando, la soluzione mi si è parata davanti all’improvviso… un terapista di coppia. Da quando abbiamo cominciato le sedute la nostra vita di coppia è completamente cambiata , siamo di nuovo felici come un tempo e abbiamo imparato a comunicare per davvero. Un terapista è assolutamente consigliato!

matrimonio

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>