Come massaggiare i piedi

Il piede rappresenta una delle parti del corpo che più di altre necessitano di massaggi. Il piede è costituito da un alto numero di muscoli, ha 28 ossa e soprattutto è il luogo in cui confluiscono decine di migliaia di terminazioni nervose che al lato opposto raggiungono ogni punto del corpo. Risulta evidente, dunque, come un massaggio al piede porti benefici in tutto il corpo, a patto, ovviamente, che esso venga eseguito nella maniera corretta. Già, come bisogna fare un massaggio ai piedi? Iniziamo facendo il pugno con la mano destra. Con la mano sinistra teniamo il pied, mentre con le nocche dell’altra mano disegniamo dei piccoli tondi sulla pianta, premendo con una certa intensità. Eseguiamo questo movimento lungo tutta la pianta, arrivando fino al tallone. A questo punto utilizziamo i polpastrelli dei pollici: con le altre dita teniamo il piede fermo, e disegniamo ancora i piccoli tondi di prima. Si tratta di un’operazione da eseguire con la massima delicatezza e scrupolosità. I pollici devono muoversi prima contemporaneamente, poi prima l’uno e poi l’altro. Sempre con i polpastrelli dei pollici, ci spostiamo sulla parte superiore. Iniziamo dalla base delle dita e continuiamo all’insù. Non lasciamo nemmeno un pezzo di pelle, e agiamo sempre con delicata energia, e attenzione. Una volta arrivati a metà piede, in corrispondenza della caviglia, per essere chiari, usiamo anche le altre dita. Arriviamo al calcagno, ci giriamo attorno e massaggiamo i malleoli. Ora non rimane che sollevare il piede, e andare a toccare l’estremità del tallone, premendo con una certa decisione. Facciamo scorrere i polpastrelli degli indici dalla caviglia fino alle dita, e pizzichiamo le dita con pollice e indice. Andiamo a toccare ogni solco tra le dita. Poi, con la mano sinistra teniamo fermo il piede. Con il pollice e l’indice dell’’altra mano, prendiamo la base dell’alluce. Cominciamo a tirare con leggerezza, facendo una sorta di movimento a cavatappi con le dita, così che pollice e indice scivolino via. La stessa operazione la eseguiamo anche sulle altre dita, e ripetiamo altre due volte. Siamo arrivati quasi al termine. Prendiamo il piede tra i due palmi delle mani: una sotto la pianta, una sul dorso. Rimaniamo fermi per pochi istanti. Durante questi istanti, prendiamo in considerazione la respirazione dell’altro. È come se dovessimo provare a trasferire la nostra respirazione nell’altra persone, in modo da unire le due energie. Concludiamo accarezzando dolcemente il piede. Un altro tipo di massaggio, da eseguire con il proprio partner, presuppone l’utilizzo di olio di mandorle dolci, eventualmente mescolato con qualche goccia di olio di legno di sandalo. Il risultato è un profumo molto sensuale e appassionante, che sarà usato per disegnare piccoli cerchi, in modo da formare delle forme di otto, sulla pianta del piede. Concludiamo ricordando, infatti, che il piede presenta anche diverse zone erogene: a seconda del modo in cui viene eseguito, dunque, il massaggio potrà avere, sull’altra persona, semplicemente un effetto rilassante oppure provocare una sensazione di eccitazione sessuale.

massaggio piedi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>