Come far mangiare le verdure ai bambini

I bambini di solito non amano molto le verdure, e non si riesce facilmente a far finire loro un piattino di broccoli, cavolfiori o zucchine, nonostante questi vegetali siano buonissimi e facciano tanto bene. Occorre allora trovare un sistema per renderli più appetibili. Una delle idee più semplici è quella di presentare un piatto in maniera diversa. Le verdure crude possono servire allo scopo, perché ci può essere utile tagliarle a bastoncini e formare dei disegni. Se tagliuzziamo le carote e il sedano, ad esempio, possiamo formare delle faccette simpatiche e spiritose, ma possiamo utilizzarle anche per creare il disegno di una casa, un animale o altre cose che incuriosiscano i nostri bambini e li invitino ad apprezzare ciò che hanno nel piatto.
Ecco qui qualche idea per creare dei piatti divertenti, gustosi e pieni di salute.
Possiamo cucinare, ad esempio, un ottimo purè di patate. Prendiamo un ravanello e tagliamolo a fettine sottili. Consideriamo che il ravanello è un po’ piccante, quindi metteremo le fettine, sottilissime, a bagno nel limone. Dopo qualche minuto possiamo strizzarle e andare a formare gli occhi. Prepariamo intanto della carota tagliuzzata finemente. Se la disponiamo lungo la metà del piatto, formerà dei capelli. Con due bastoncini più doppi di carota faremo le sopracciglia, un pezzetto di sedano servirà a formare il naso, e infine prepariamoci una fettina di pomodoro, che andrà a formare una bocca con un bel sorriso.
Ovviamente la stessa cosa potremo fare con dei finocchi, oppure con altra verdura cruda.
Il problema si pone, in generale, quando la verdura è cotta. Quando si parla di zucchine, o peperoni, ma anche di legumi, infatti, i bambini non ne sono troppo attratti. Un sistema per invitarli a mangiare è allora quello di frullare tutto. Il passato di verdure sul quale avremo messo del parmigiano rende il piatto più appetibile, soprattutto per quelle verdure che hanno un odore molto forte, come verza o cavolfiori.
Ci sono invece verdure come i peperoni che andrebbero spellate, quindi un’idea può essere quella di gratinarle, perché in genere i bambini amano molto i sapori al gratin, soprattutto con il pangrattato. Oppure si può tentare con del radicchio grigliato, o ancora con i carciofi ripieni di mollica di pane e prosciutto cotto. Le varianti sono tante, basta coniugare il divertimento con la cena.
Se il bambino è attratto dalla cucina, possiamo incuriosirlo e farlo cucinare insieme a noi. Rendendolo partecipe, lo invoglieremo a provare quello che ha preparato, e a prendere confidenza poco alla volta con i vegetali. Non a caso i bambini mangiano le verdure quando ci inventiamo il “passato di coccodrillo” o la “minestra di foca alla carota”. Spacciando un passato di zucchine come il cibo preferito dagli extraterrestri, potremo evitare allora di ricoprire i passati di parmigiano e mozzarella, e rendere il tutto più leggero con dell’olio crudo.
Sempre creando dei soggetti come pupazzetti, animali e simili, convinceremo il nostro bimbo a mangiare anche del pinzimonio, approfittando così del fatto che la verdura cruda contiene tante vitamine e sali minerali necessari per la sua crescita.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>