Come liberarsi dei topi senza veleno

Un’infestazione da topi è estremamente dannosa sia per beni materiali che per le persone, in quanto i roditori possono arrecare danni a tubazioni, cose ed essere portatori di malattie anche mortali. Occorre dunque risolvere il problema eliminando la colonia, ma non con il veleno.
Oltre ad essere estremamente doloroso, causando una morte lenta e cruenta ai topi, ma anche ad altri animali che accidentalmente possono ingerirlo, il veleno è dannoso anche per l’ambiente.

Esistono numerosi altri sistemi per tenere lontani topi e ratti, utilizzando metodi naturali, eco ed animal-friendly!

Se pensiamo ai deterrenti naturali contro i topi, il primo rimedio che ci viene in mente è sicuramente il gatto, acerrimo nemico dei piccoli roditori.
Un gatto domestico può risolvere sicuramente il problema ma, laddove non fosse possibile adottare un micio, per problemi di allergia, impossibilità ad accudirlo ecc, ci sono moltissimi altri rimedi naturali che potrebbero fare al caso nostro.

Ad esempio una mistura di olio, aglio, pepe e rafano, se spruzzata su superfici come tubazioni, pneumatici o angoli della casa, costituisce un ottimo repellente naturale.

Così come anche l‘olio essenziale di menta, è molto efficace. Il suo odore intenso risulta molto fastidioso per i roditori che si allontaneranno certamente dagli ambienti trattati.
Lo si trova facilmente in erboristeria.

Si può inoltre scegliere di utilizzare un apparecchio ad ultrasuoni. Si tratta di un dispositivo elettronico che emettendo suoni con frequenze a 25-35.000 Hertz variabili, disturba il finissimo udito dei topi, tenendoli a debita distanza. Si trovano facilmente nei negozi specializzati in articoli da giardinaggio o casalinghi.

Possiamo ancora usare delle trappole che non uccidono i topi, come quelle utilizzate per catturare gli scoiattoli, che consentono di rilasciare il roditore in campagna.

A parte questi metodi, è comunque saggio tenere presente di adottare ogni eventuale misura preventiva che non richiami i roditori.
Ad esempio chiudere e sigillare i buchi (anche strettissimi), e le piccole entrate che consentirebbero ai topi di infiltrarsi nella nostra abitazione, soprattutto se vecchia.
Utilizzando della lana di acciaio o una spugnetta abrasiva, si impedirà al topo di utilizzare il passaggio. Usare altri materiali non servirebbe perché, non dimentichiamoci, che il topo rosicchia di tutto!

Ancora il must è tenere la casa ben pulita da resti e avanzi lasciati imprudentemente incustoditi. Sigilliamo e conserviamo il cibo in contenitori appositi ed in luoghi protetti dagli assalti dei roditori.

Infine, posizioniamo i contenitori della spazzatura il più lontano possibile dagli ingressi della casa, evitando di invitare così i topi a cena.

ratto

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>