Come liberare il naso chiuso

Uno dei disturbi più frequenti, soprattutto durante i mesi invernali, è senza dubbio il raffreddore; pur non trattandosi di una patologia grave, esso risulta essere piuttosto fastidioso. Il raffreddore, infatti, porta con sé sintomi talvolta insopportabili, primo tra tutti il problema del naso chiuso.

Quest’ultimo è causato, in sostanza, da una difficoltà nella respirazione e, di conseguenza, genera altri disturbi quali cefalee, bruciore a naso ed occhi e difficoltà nel dormire. Curarsi quando si è affetti dal raffreddore, dunque, è estremamente importante, sia per alleviare i sintomi annessi, sia per evitare che esso, costringendo la persona che ne è affetta a respirare con la bocca, degeneri in tosse e mal di gola.

In commercio è possibile trovare dei decongestionanti nasali, i quali, pur risolvendo rapidamente il problema, possono, a lungo andare, sensibilizzare i tessuti nasali e creare problemi ben più seri.
Un’alternativa decisamente più sicura per la propria salute, dunque, può essere quella di liberare il naso chiuso con rimedi naturali.
Non esiste, tuttavia, un solo metodo per risolvere questo problema; in realtà, infatti, è necessario seguire alcuni semplici accorgimenti grazie ai quali si potrà ottenere un immediato sollievo, finché il raffreddore non sarà passato.

Per prima cosa è indispensabile mantenere sempre ben deumidificato l’ambiente in cui si vive; per far questo basterà posizionare in prossimità dei termosifoni delle vaschette con dell’acqua o acquistare, in alternativa, gli appositi deumidificatori in un qualsiasi negozio di casalinghi.

Per alleviare i disturbi derivanti dal naso chiuso, inoltre, può essere estremamente utile bere liquidi caldi quali tè, tisane o latte, evitando ovviamente bevande contenenti caffeina; in questo modo, oltre ad ottenere un innegabile beneficio per il decongestionamento, sarà possibile anche ripristinare parte dei liquidi persi a causa del raffreddore.

Un sollievo immediato potrà aversi effettuando i cosiddetti suffumigi; per far questo bisognerà portare ad ebollizione una pentola d’acqua, al cui interno verranno fatte sciogliere alcune gocce di olio di eucalipto ed un cucchiaio di bicarbonato, e posizionarsi, poi, adeguatamente per fare in modo che i vapori liberino il naso chiuso. In alternativa, all’olio di eucalipto si può sostituire della menta o dell’olio di origano.

Per fare in modo che tutti questi accorgimenti abbiano successo, infine, si dovrà detergere spesso il naso con delle soluzioni fisiologiche ad hoc, le quali, oltre a disinfettare, hanno la particolare funzione di disinfiammare i tessuti nasali.

raffreddore (1)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>