Come lavare il piumone

Il piumone e’ una coperta imbottita indispensabile per le serate piu’ fredde. Ce ne sono di ogni genere , ma il migliore piumone e’ quello imbottito con la piuma d’oca che sicuramente avra’ un prezzo superiore ma una resistenza nel tempo che non fara’ pentire chi l’ha acquistato. Il piumimo per essere un buon piumino deve avere delle targhette che ne garantiscono la qualita’, la manodopera e la composizione. Quasi tutti sono cotone sfoderabile all’esterno con imbottitura interna che puo’ essere di vario genere. Abbiamo infatti al primo posto la piuma d’oca, ma nelle sottocategorie non mancano prodotti sintetici che donano la stessa morbidezza ma non la qualita’ e la sicurezza. Io per mia esperienza personale ho sempre comprato prodotti di prima scelta per la sicurezza del mio bambino e non mi sono mai pentita perche’ il mio piumone che ha piu’ di sei anni sembra come nuovo. Il piumone ha la capacita’ di riscaldare in maniera veloce grazie al doppio strato che lo compone ,quindi messo sopra un lenzuolo e’ quello che serve per passare una notte senza brividi. Ma come lavare un piumone?E’ importante sapere che nelle lavanderie si ottiene un ottimo risultato con un prezzo che puo’ variare dalle 10,00 euro fino alle 30,00 euro. Se si vuole risparmiare e’ bene lavarlo in casa ma mai mai nella lavatrice anche perche’ in quelle classiche non ci entrerebbe e comunque si rovinerebbe, ci sarebbe bisogno di una lavatrice piu’ grande come quelle che vanno a gettoni ma anche qui il risultato non sarebbe ottimale in quanto le centrifughe rovinerebbero sia il tessuto, stropicciandolo ,sia l’imbottitura che andrebbe ad agglomerarsi in masse non uniformi al resto dell’imbottitura. La piuma d’oca non teme leggermente l’acqua infatti molte lavanderie usano lavare il piumone a secco.Se si desidera comunque risparmiare qualcosina si puo’ lavare nella vasca da bagno, certo il lavoro e’ un po’ pesante ma il risultato e’ assicurato. Bisogna riempire la vasca con un’acqua che non superi i 30° , il detergente dovra’ essere dei piu’ delicati come ad esempio il lip per delicati che mantiene i tessuti morbidi senza irrigidirli.Nella vasca da bagno l’acqua non dovra’ superare i trenta centimetri una volta fatta questa operazione sara’ facile lavare il piumone aiutandosi con i piedi precedentemente lavati, questo per non stancarsi troppo. Il lavaggio per togliere macchie ed odori o per ravvivare i colori dovra’ durare una decina di minuti mentre ilo risciacquo almeno una ventina di minuti con acqua corrente sempre attiva per togliere tutti i residui di sapone. Il prezzo non e’ esagerato anzi e’ veramente irrisorio. Il vantaggio e’ sicuramente il guadagno ricavato non avendolo mandato in lavanderia, comunque e’ sempre bene leggere le istruzioni per il lavaggio cosi’ non si incorre in errori irreparabili.

lavare piumone

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>