La vera efficacia della Pillola del giorno dopo

La Pillola del giorno dopo, da non confondersi con la pillola che si usa nella regolarizzazione del ciclo premestruale, è un tipo di contraccezione di emergenza post-coitale: ovvero si usa nel caso sia avvenuto un rapporto sessuale non protetto e si rischi di rimanere incinta. L’ingestione della pillola nelle 72 ore successive, impedisce l’ovulazione e quindi difatti impedisce la gravidanza.

 

Cos’ è la pillola del giorno dopo ?

La pillola del giorno dopo, in italia si associa a NorLevo o Levonelle. Entrambi hanno il medesimo effetto e non differiscono particolarmente per la loro composizione chimica che vede la presenza di progestenico e levonorgestrei.

Quale è il meccanismo della pillola del giorno dopo?

Una volta volta ingerita essa blocca immediatamente l’ovulazione in qualsiasi stato del ciclo mestruale il soggetto si trovi. Inoltre, recenti studi, hanno riscontrato che inibisce anche il trasporto degli spermatozoi che quindi non riescono a raggiungere l’ovulo e muoiono dopo un massimo di quaranttotto ore in ambiente vaginale.
Prima si riteneva che il farmaco impedisse anche l’impianto dell’ovulo nell’endometrio ( la parete dell’utero dove si innesta l’embrione), avendo così anche effetti abortivi secondo la vecchia definizione di aborto dell’organizzazione mondiale della sanità che vedeva l’inizio della vita embrionale con la fecondazione, anziché con l’impianto come è invece ora. Comunque questi dubbi furono fugati da altri studi, escludendo quindi ogni effetto abortivo del farmaco.

Qual è efficacia della pillola del giorno dopo?

L’efficacia di questo anticoncezionale d’emergenza è legata al momento d’assunzione della stessa. Se l’assunzione avviene tempestivamente dopo il rapporto sessuale a rischio gravidanza indesiderata, allora le percentuali di successo sono pressocché totali, o comunque vicine al novantotto percentio. Se invece la si assume nelle ventiquattro ore successive al rapporto non protetto a rischio, l’efficacia della pillola del giorno dopo scende al novantacinque percento. Dopo le ventiquattro ore, l’efficacia va via via diminuento fino ad annullarsi quasi del tutto intorno alla settantaduesima ora successiva al rapporto sessuale non protetto.
L’Organizzazione Mondiale della sanità consiglia l’assunzione singola di una dose compelta di levanogestrel, ovvero un milligrammo e mezzo.

Nel caso la pillola del giorno dopo dovesse essere assunta tardivamente e quindi, non riuscisse ad impedire la gravidanza non avrà nessun tipo di effetto sulla stessa. Tuttavia, visto il suo funzionamento si sconsiglia l’uso a donne che hanno per altri motivi problemi con le gravidanze exra-uterine, per non rischiare di aggravare la situazione e portare complicazione future.
Visto comunque l’elevato rischio di gravidanza è sconsigliato utilizzare questo tipo di contraccezione come abituale e va invece preso in considerazione esclusivamente in casi d’emergenza. Tuttavia un uso continuato della pilola del giorno dopo come contraccettivo non ha mostrato segni o effetti collaterali sulla salute, a parte in qualche caso problemi con il ciclo mestruale, che ricordiamo, viene alterato dal farmaco ( cosa insomma, non da ripetere a caso ma solo in condizioni di bisogno).

Per poter ricevere la pillola del giorno dopo, in italia, si deve avere la ricetta non ripetibile di un medico: medico di consultorio o medico curante, prima di recarsi in farmacia.

la-vera-efficacia-della-pillola-del-giorno-dopo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>