Come installare Windows 7 SP1

Windows 7 è l’ultimo parto della notissima ditta informatica, uscito nel 2009 e tuttora considerato a livello internazionale uno dei sistemi operativi migliori mai utilizzati.
Seven ha seguito di soli 3 anni l’uscita dell’innovativo Windows Vista, ed è da questo sistema operativo cheè partito per proseguire la scia di innovazione tecnologica lanciata da quest’ultimo: mantenendo la stessa velocità di caricamento e di accensione e spegnimento , che rende le due ultime versioni prodotte dalla casa Microsoft più simili al sistema operativo Linux , molto più efficace e rapido, a Seven sono stati apportati alcuni miglioramenti rispetto a Vista , alcuni più banali , come dei piccoli ritocchi grafici , e altri ben più importanti, come la possibilità di leggere direttamente da hard disc esterni , cosa che con la versione precedente non era possibile.
Inoltre, proprio come per i prodotti Apple , è possibile utilizzare la tavoletta grafica per la scrittura a mano, il che rende questo prodotto adatto anche a chi lavora nel mondo della grafica, e che fino adesso avrebbe comunque preferito i computer della Mela più famosa del mondo.
Per esperienza personale, devo ammettere che l’interfaccia grafica è particolarmente intuitiva
e accattivante, ed il sistema operativo risulta davvero rapidissimo nella maggior parte delle sue
funzioni.
A gennaio scorso, inoltre, la Microsoft ha lanciato nel mondo il Service Pack 1, pacchetto comprendente gli aggiornamenti con cui migliorare il proprio sistema operativo installato.
Sotto l’aspetto della grafica e dei programmi , questo pacchetto non apporta grandi cambiamenti , perché non è altro che una raccolta di tutti i vari download di aggiornamento usciti man mano sul sito della casa informatica.
E’ invece per l’aspetto del server che il Service Pack 1 è veramente molto utile : viene infatti per
la prima volta inserita la tecnologia RemoteFX, già lungamente anticipata in vari comunicati
della casa nei mesi scorsi.
Si tratta di una nuova tecnologia che implementa il “dialogo” tra locale e remoto , rendendo
per la prima volta bidirezionali la maggior parte degli input che vengono inviati dall’uno o dall’altro.
Questo tipo di tecnologia è ovviamente pensata innanzitutto per le grandi aziende , che hanno
la necessità di spostare informazioni dal server direttamente in locale , ed ora per la prima volta
questo sarà possibile, implementando in questo modo anche la sicurezza da eventuali problemi
al server o al client, con la tranquillità che i dati non andranno completamente persi.
Insomma, una svolta tecnologica davvero importante. SP1 per Windows è scaricabile direttamente dal sito della Microsoft, con l’unica accortezza del mantenere circa 4.2 giga liberi nel pc (7,4 giga per i sistemi a 64 bit) per poterlo installare correttamente: sinceratici di questo, basta andare sul pannello di controllo e cliccare sul tasto Windows Update, facendo partire così l’aggiornamento diretto dal sito: in circa 30 minuti il proprio pc sarà correttamente aggiornato, ad un costo che va dai 300 ai 350 euro.

Windows 7 SP1

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>