Come installare The Unarchiver

La compressione di un file è talvolta necessaria per poterlo inviare per email o per salvarlo su un supporto che ha una capienza ridotta. Anche quando si hanno grandi quantità di file da gestire si può ricorrere alla compressione: in questo modo si avrà un unico archivio che contiene tutti i file.
Esistono decine di programmi in grado di gestire gli archivi compressi, alcuni eseguono solo la compressione, altri solo la decompressione e alcuni permettono all’utente di poter creare e decomprimere archivi usando un solo software.

The Unarchiver è un programma gratis e open source che permette di decomprimere decine di formati diversi di file, come ZIP, RAR, GZIP e molti altri. E’ liberamente scaricabile all’indirizzo wakaba.c3.cx/s/apps/unarchiver.html.

Si tratta di un programma famosissimo proprio la sua semplicità e immediatezza. E’ usato principalmente per decomprimere file RAR e ZIP su MAC OS X, ma può essere utilizzato su quasi tutti i sistemi operativi. E’ in grado di decomprimere perfino i file EXE di Windows senza nessun problema.

Sul sistema operativo della mela, l’installazione è molto semplice e immediata, come avviene per ogni applicazione:
basta, una volta scaricato il pacchetto ZIP dal sito precedentemente citato, fare doppio click per avere il file del programma già pronto. Basterà a questo punto trascinare il file nella cartella “applicazioni” e confermare quando il sistema ci avvertirà che si tratta di un’applicazione “scaricata da internet”. Al primo avvio del programma verrà richiesto quali formati associare a The Unarchiver.

Per completezza, si riporterà anche la procedura di installazione su Windows e Linux.
Nel primo caso, esiste solo una versione “cross-compiled”, ossia bisogna usare Cocotron per poter utilizzare The Unarchiver sui sistemi Microsoft. Il codice sorgente è scaricabile all’indirizzo code.google.com/p/theunarchiver/downloads/list.

Su Linux l’installazione prevede di compilare il codice sorgente del programma a mano, operazione non molto agevole a causa delle molte librerie da cui dipende The Unarchiver: infatti bisognerà preventivamente installare zlib, GNUstep, libbzip2,ICU e OpenSSL, oltre ovviamente ai vari compilatori e alle build-essential. Per i passi di installazione veri e propri, che riguardano i comandi Make di Linux, si rimanda al readme contenuto nei sorgenti del programma.

In conclusione, si tratta di un programma molto versatile, capace di decomprimere praticamente qualsiasi formato di file. E’ facilissimo da configurare e utilizzare, si integra con il Finder senza problemi e poi è gratuito.
Il principale svantaggio è la lingua: infatti esiste solo in inglese. Ma il suo utilizzo, come già detto in precedenza, è molto semplice e lo rende facilmente sfruttabile da qualsiasi tipo di utente, dal più esperto a quello che è entrato per la prima volta in MAC OS.

the

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>