Come installare da soli una lavastoviglie

La maggior parte delle operazioni di manutenzione e di riparazione possono essere svolte senza rivolgersi ad un tecnico specializzato, comprese quelle di installazione degli elttrodomestici, vale comunque sempre un consiglio: quando non siete sicuri di saper svolgere un determinato lavoro, prendetevi tutto il tempo necessario per capire il tipo di operazione che dovete eseguire e fate uno schizzo del lavoro che intendete svolgere, questo vale anche per l’installazione di una lavastoviglie, un’operazione che non presenta particolari difficoltà e che può essere svolta da chiunque.

Prima di tutto dobbiamo decidere dove voler collocare l’elettrodomestico e verificare che nelle vicinanze ci siano i rubinetti che permettono di collegare i tubi di carico.
Alcune lavastoviglie hanno due flessibili di carico, uno per l’acqua calda e uno per quella fredda; le aziende produttrici forniscono in dotazione questi due tubi che si riconoscono perchè hanno un colore differente, è pertanto impossibile sbagliare quando li si collega all’impianto idrico dell’abitazione.
Se l’impianto idrico è predisposto e la lunghezza dei tubi è sufficiente a raggiungere i rubinetti, il collegamento è semplice, basta avvitare la ghiera in plastica alla filettatura del rubinetto.
Si consiglia inizialmente di avvitare il dado senza forzare e alla fine serrare con forza, per l’ultimo serraggio utilizzare una chiave a pappagallo mettendo uno straccio intorno al dado di plastica per evitare di rovinarlo.

Se invece l’abitazione non è provvista di un secondo rubinetto per caricare l’acqua, è necessario acquistare un rubinetto combinato, solitamente le case di recente costruzione hanno installato a parete uno di questi rubinetti collegati all’acqua sanitaria, tuttavia nel caso in cui non sia presente un rubinetto ad incasso si consiglia di installare un rubinetto a vista combinato da mettere sotto il lavabo, in questo modo si evitano delle opere murarie che richiederebbero l’intervento di un artigiano.
Il rubinetto a vista offre poi anche un indubbio vantaggio, in caso di malfunzionamento infatti si può intervenire effettuando una riparazione localizzata ed evitando di rompere il muro e le piastrelle.
L’installazione del rubinetto è abbastanza semplice, in quanto deve essere avvitato all’attacco predisposto avendo cura di avvolgere la filettatura con della raffia o del teflon in modo da prevenire il gocciolamento dell’acqua.

Per quanto riguarda il tubo di scarico, non sono necessari particolari interventi basta semplicemente infilarlo nel tubo predisposto.

Prezzo: Un rubinetto combinato da installare sotto il lavandino costa intorno ai 9-12 euro, il prezzo dipende dal modello e dal canale di vendita , in commercio sono disponibili anche modelli molto semplici che svolgono bene la loro funzione e che vengono venduti intorno ai 5 euro.
Un nastro di teflon da 10 metri costa circa 1 euro, lo si trova nei negozi fai da te o in qualsiasi negozio di ferramenta, in alternativa si può usare della raffia, viene venduta in buste ed è reperibile nei negozi che vendono raccorderia e minuteria idraulica.

Svantaggi: Se l’impianto idraulico dell’abitazione non è predisposto bisogna installare un rubinetto combinato.

Vantaggi. Con il fai da te si evita di chiamare un installatore o di ricorrere ad un idraulico nel caso in cui si debba montare il rubinetto.

lava

1 comment

Leave Comment
  1. Pingback: Come scegliere la lavastoviglie | Guide online

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>