Come inserire un grafico in Word

Di Microsoft Word esistono diverse versioni, mediamente il programma di editing dei testi più famoso al mondo viene aggiornato una volta l’anno, ogni versione poi è diversamente compatibile con il sistema operativo presente su un computer.
Col tempo devo dire che Word ha perso di snellezza ed affidabilità, presenta sempre tutte le funzioni basilari presenti anche nelle primissime visioni, ma fatto strano e tipico di tutto ciò che nasce in casa Microsoft è la scarsa usabilità, le continue falle che portano il programma ad incepparci molto spesso, compromettendo il nostro lavoro e facendo poi propendere gli utenti per versioni più snelle di programmi di editing dei testi.
Da ricordare inoltre che Word non è un programma gratuito, ma a pagamento, che voi lo abbiate installato gratuitamente sul vostro computer è un altro discorso che non affronterò in questo momento.
Quindi partendo dal presupposto che qualcosa si paghi è auspicabile che sia funzionale o che risponda al meglio alle esigenze dell’utente, cosa che ahinoi con Word non accade proprio.
La possibilità di inserire grafici in un documento di Word è presente fin dalle primissime versioni del programma.
Ci sono due possibilità la prima a mio avviso è la più semplice, nel caso abbiate già dei grafici salvati in qualche cartella del vostro pc come immagine quindi con estensione jpg o altre estensioni che identificano un file immagine, potete scegliere da menu Modifica, il sottomenu Inserisci Oggetto e selezionare Immagine.
Una volta scelta quest’ultima opzione vi si aprirà una finestra che vi permette di navigare all’interno delle cartelle del vostro computer per trovare proprio quell’immagine che intendete inserire nel vostro foglio di testo.
Selezionatela quindi e cliccando su ok l’immagine di un grafico comparirà nel vostro documento, da qui poi selezionando con un semplice click sull’immagine stessa potete andare a cambiare le impostazioni dell’immagine stessa modificando allineamento, restringendo le dimensioni, aggiungendo didascalie e note. Se non ne siete convinti e non vi interessa più avere quest’immagine sul foglio di lavoro basta selezionarla e cliccare su canc, scomparirà.

Dal menu Modifica, Inserisci Oggetto potete anche selezionare l’opzione Grafico.
Vi verrà così mostrato un grafico con dati di esempio a cui dovrete semplicemente sostituire i dati da cui volete creare un grafico. Basta cliccare su una cella e immettere i nuovi dati, potete anche importare questi ultimi da un foglio di testo che avete precedentemente creato.
Potete anche creare un grafico direttamente da Word creando in quel momento la tabella dati; menu Tabella e usare i dati di questa tabella quando procedete alla creazione del grafico da Modifica, Inserisci Oggetto, Grafico.
Anche in questi casi potete poi inserire al di sotto del vostro grafico una didascalia numerata che sia esplicativa per il lettore, potete dare un titolo a ciascun grafico il che vi permetterà poi di creare un indice al termine del documento con tutti i grafici presenti nel vostro report.
Modificare impostazioni di formato e dimensione.
Per rendervi conto di come il grafico si comporta nell’intera struttura del testo è opportuno vedere l’anteprima di stampa che è l’unica impostazione in grado di offrire una panoramica generale sul posizionamento reale degli oggetti all’interno di un documento.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>