Come insegnare ai bambini a rispettare gli animali

I bambini sono come delle spugne, quindi per prima cosa occorre dare loro il buon esempio, per insegnare a rispettare gli animali, bisogna per prima cosa rispettare gli animali, mai lanciare pietre, picchiarli, abbandonarli. Non vi deve essere alcun dubbio sull’ utilità del rispetto nei confronti degli animali, perchè sensibilizzare il bambino a tale rispetto farà in modo che il bambino cresca in modo sensibile e tratti in modo sensibile tutti gli esseri umani che saranno a contatto con lui, infatti, in alcuni paesi degli Stati Uniti gli animali sono adoperati nelle comunità di recupero per ragazzi con difficoltà di adattamento sociale in modo che acquisiscano sensibilità e rispetto per il prossimo.
Io personalmente sono cresciuta con gli animali perchè ho sempre abitato in fattorie, la prima cosa che noto nei bambini che non sono sempre a contatto con gli animali è che spesso tendono a trattarli come pupazzi di peluches, deve invece essere insegnato che sono esseri umani esattamente come noi e che quindi provano dolore e gioia. Quando arrivano dei bambini che hanno questo atteggiamento, con molta calma e giocando chiedo, “cosa proveresti se io ti tirassi le orecchie?” naturalmente rispondono “dolore” e allora occorre spiegare che il cucciolo di gatto o cane, è esattamente come loro e che quindi se gli tiriamo le orecchie o la coda oppure lo spaventiamo, lui prova dolore. Basta spiegare che se tiriamo le pietre loro si offendono e hanno paura. Occorre fare in modo che il bambino capisca che il cane è umano, ha fame, sete e freddo e che prova le nostre stesse sensazioni e quindi non si deve far loro del male. Una cosa che deve essere assolutamente essere insegnata al bambino è non avvicinarsi alle cucciolate, infatti, in questo caso l’animale potrebbe reagire in maniera violenta non perchè cattivo, ma per l’ istinto di protezione verso i cuccioli, deve essere insegnato al bambino a rispettare questo momento particolare anche per evitare delle reazioni violente e quindi anche lo svantaggio di eventuali morsi. Anche questo deve essere spiegato, infatti, spesso i bambini fanno cose vietate dai genitori perchè non spiegate bene, occorre dialogare molto con il bambino per potergli trasmettere il rispetto verso gli animali, mai deve essere detto che l’ animale è cattivo perchè il bambino tenderebbe a provare astio nei confronti degli animali.
Educare al rispetto del prossimo è sempre un vantaggio perchè ciò che loro imparano nei confronti degli animali poi lo attueranno anche nei confronti delle persone, degli amichetti. Troppo spesso la società odierna si basa sull’ indifferenza verso il prossimo, i suoi bisogni e il suo dolore, occorre educare le future generazioni ad un comportamento diverso. La sensibilità verso il prossimo, che sia anche un cane non è mai uno svantaggio perchè aiuta ad essere buoni cittadini. Consiglio sempre di avere degli animali in casa per aiutare il bambino anche a crescere in modo più responsabile verso il prossimo, infatti, gli animali sono un modo per assegnare un ruolo al bambino e quindi responsabilizzarlo.

bambini-e-animali

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>