Come imparare a fare caricature

Rendere simpatico un personaggio reale o immaginario attraverso una caricatura è senza dubbio un divertimento sia per l’autore del disegno che per chi potrà avere l’onore di ammirare un simile prodotto.
La caricatura di un personaggio è il disegno, rappresentato anche solo attraverso il tratto grafico, della figura di quel carattere riprodotto in chiave satirica o umoristica. Per ottenerlo il profilo del carattere è riprodotto in maniera tale che se ne riconoscano i tratti principali. Alcuni particolari dettagli, quelli più caratteristici del viso di quel personaggio, sono messi in evidenza volutamente accentuati, in eccesso o in difetto secondo la loro proporzione naturale rispetto al resto del profilo. Se una persona avrà un naso un po’ ingombrante, il caricaturista provvederà certamente a farlo notare, accentuandolo, dandogli rilievo, per deridere quel particolare difetto. Se invece le orecchie sembrano un po’ più piccole del normale, la caricatura finale accentuerà questa caratteristica con delle orecchie da topolino. Talvolta questi disegni possono essere realizzati utilizzando anche dei fumetti che rispecchiano, oltre ai caratteri fisici anche il modo d’essere del personaggio. In tal caso, nel fumetto, come nel tratto artistico, è messa in luce una particolare espressione che esemplifica, in modo irriverente, il modo di pensare del personaggio in questione. La caricatura è utilizzata moltissimo oggi nella satira fumettistica ma le sue origini sono molto antiche. I primi disegni di questo tipo sembra risalgano addirittura all’epoca degli Egiziani e dei Babilonesi. Dopo questi ultimi anche Romani e Greci utilizzarono molto questo tipo di arte anche in ambiti differenti dal disegno, come la scultura e la pittura di affreschi. Basti pensare che sono state ritrovate delle caricature che ritraggono personaggi illustri dell’antichità come lo scrittore greco Esopo, raffigurato insieme ad una grande volpe, con un forte richiamo alle sue famose fiabe. Anche lo scienziato Charles Darwin, mente tanto sopraffina dalle ‘evolute teorie’, non ha potuto sottrarsi a tale pratica e così esistono disegni che lo vedono rappresentato con il corpo di una scimmia. Ovviamente la caricatura si è diffusa anche in Oriente, spesso in queste terre la caricatura sconfinava nella rappresentazione dei personaggi umani come animali. Nel periodo settecentesco iniziò ad essere utilizzata anche come mezzo sociale per colpire le classi sociali più elevate, che governavano il paese. Da qui probabilmente ha preso piede la caricatura come mezzo satirico per esprimere le proprie idee politiche. Nel periodo rinascimentale, in Francia, nacquero i primi giornali dedicati a questo tipo di disegno e da lì si diffusero in tutta Europa e nel mondo. Non tutti saranno in grado di riprodurre delle perfette caricature, perché ovviamente è necessario saper disegnare bene… tuttavia riuscirci, ha la sua gran bella soddisfazione e allora, perché non provarci? Buon divertimento e buon disegno a tutti!

caricatura

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>