Come imparare ad andare in bici

A che età imparare ad andare in bicicletta? Non esiste un’età precisa. Certo è che solo quando si trova il coraggio giusto, si può pensare di togliere le cosiddette rotelle e lanciarsi in una chilometrica avventura alla scoperta del mondo. Il primo consiglio da appassionata delle due ruote, dunque, è quello di non forzare il distacco, per imparare ad andare in bicicletta, soprattutto a bambini e ragazzi, è necessario che ci sia serenità, e che il ragazzo prenda gradualmente confidenza con il mezzo di trasporto. Partiamo dall’inizio e dopo questo consiglio filosofico, elenchiamo le caratteristiche necessaria di una bici da principianti.
Caratteristiche della bicicletta. Il mezzo deve poter essere regolato, personalizzato. Una buona bici per principianti, in genere si aggira sui 150-200 euro. È stabile, possibilmente senza asse centrale, in pratica un modello cosiddetto “da donna”. Da evitare le mountain bike che, in casi di difficoltà, peggiorano l’equilibrio dell’aspirante ciclista. I freni devono essere oliati e funzionanti. È bene anche che la bici sia molto leggera ma non così poco pesante da avere la sensazione che ceda. Come abbiamo già ripetuto, infatti, la bici ideale è quella di cui ci si può fidare.
Come preparare la bici. Considerate che la posizione corretta per chi va in bici è quella con il busto leggermente inclinato rispetto al terreno, quindi non parallelo, come spesso si vede per i ciclisti professionisti. Il manubrio deve essere abbastanza elevato per impedirvi di appoggiarvi troppo sul palmo della mano. La posizione quindi deve essere principalmente comoda e darvi la possibilità di sviluppare una pedalata intera. In questo è fondamentale la regolazione della sella. Fate in modo che la bicicletta non vi costringa ad appoggiare a terra soltanto la punta del piede, ma sappiate che quando siete fermi, la bici può essere anche leggermente inclinata per consentirvi la sosta. È importate, lo ripetiamo ancora una volta, che la pedalata sia fluida e la gamba si distenda quasi del tutto, così che i muscoli lavorino insieme e la velocità possa essere acquistata senza fatica.
Il primo passo. Lo dicono anche i filosofi: anche il viaggio più lungo inizia con il primo passo. Così è per chi si mette in bici. Avete sistemato il mezzo, adesso è ora di iniziare a pedalare. Per prima cosa, tenendo i freni tesi, per non far muovere la bici, provate a raggiungere l’equilibrio sulla bici. Poi, facendovi aiutare da una persona, iniziate a pedalare. È chiaro che non dover partire dal piede a terra, può essere comodo. Se la strategia vi va a genio, chiedete a chi vi aiuta di tenervi la bici dritta facendo leva sulla sella e partite con la pedalata. Se il busto è inclinato correttamente, la bici non dovrebbe basculare. Se invece vedete che l’ondeggiamento è eccessivo, allora provate e tenervi saldi ad un sostegno e capite, senza staccarvi dal sostegno, qual è la posizione più stabile. Dopodiché esercizio, esercizio, esercizio! Questa è la ricetta per imparare ad andare in bici.

andare in bicicletta

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>