Guida Viaggi: Mosca Piazza Rossa

Mosca è una città davvero interessante, ricca di storia, arte e cultura, ma anche aperta verso il contemporaneo con una variegata offerta di locali di tendenza. Il cuore della città è senza dubbio la Piazza Rossa. Si trova immediatamente al di fuori delle mura nord orientali del Cremlino, e in russo si dice “Krasnaya ploshchad”. Il termine “Krasny” in russo antico significa “bello”, e solo nel corso del XX secolo ha assunto il significato di “rosso”. In passato la piazza era una zona adibita al mercato, perchè situata in prossimità del quartiere Kitay Gorod, abitato prevalentemente da mercanti. Successivamente è diventato il luogo della vita pubblica, dove si sono tenuti discorsi ufficiali e cerimonie politiche. Il lato meridionale della piazza è occupato dalla splendida Cattedrale di San Basilio con le sue caratteristiche cupole a cipolla colorate. La piazza è chiusa al traffico e il lato migliore dal quale accedervi è la Porta della Resurrezione a nord. La porta è la ricostruzione del 1995 dell’originale del 1680, distrutta da Stalin nel 1931 perchè considerata troppo piccola per le sfilate delle truppe e le manifestazioni di massa. Non dimenticate di fare una foto alla Cattedrale di San Basilio prima di attraversare la porta, in modo che sia incorniciata dall’arco. Accanto all’ingresso vi è la Cappella della Madonna di Iver che fu costruita a fine settecento per ospitare la copia dell’icona della Madonna proveniente dal Monte Athos. Oltrepassata la porta, immediatamente sulla sinistra, vi è la ricostruzione della Cattedrale di Kazan risalente al 1993. Quando ho visitato la piazza da questa chiesa provenivano attraverso degli altoparlanti dei canti liturgici ortodossi che hanno reso il tutto ancora più suggestivo. Sulla destra entrando dalla porta della Resurrezione avrete il Mausoleo di Lenin, l’ingresso è libero, è aperto dalle 10 alle 13 tutti i giorni tranne lunedì e venerdì. Al suo interno è custodita la salma imbalsamata di Lenin. Alla sua morte, infatti, nel 1924, fu tale la mobilitazione popolare nel visitare le spoglie di Lenin che Stalin decise di non far traslare le spoglie a San Pietroburgo, così come il defunto avrebbe voluto. Gli scienziati russi misero a punto una soluzione in grado di bloccare il processo di decomposizione. Vi raccomando di mantenere un atteggiamento rispettoso durante la visita al mausoleo. Sul lato sinistro del piazza sorge l’imponente edificio dei magazzini GUM (Grandi Magazzini di Stato) che in passato era il simbolo dell’economia sovietica, ma che oggi ospita un centro commerciale di tutto rispetto con gallerie di eleganti negozi. Mettete in conto di fare qui una sosta per un caffè e un tramezzino. Non dimenticate, infine, che la Cattedrale di San Basilio è visitabile all’interno dalle 11 alle 17. Il biglietto costa 100 rubli, ma ci sono sconti per studenti. La Cattedrale fu costruita a metà ‘500 sulle rovine di una chiesa che sorgeva su questo sito in onore della presa della città tartara di Kazan da parte di Ivan il Terribile. La leggenda vuole che Ivan avrebbe fatto accecare l’architetto che la costruì per impedirgli di replicarne la bellezza.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>