Guida per come richiedere la carta Postepay di poste italiane

La carta Postepay è una tipologia di carta prepagata ricaricabile rilasciata dalle Poste.
Come tutte le carte prepagate la sua caratteristica peculiare è quella di offrire tutte le funzionalità di una carta di credito senza dover essere appoggiata però a un conto corrente.
Per cui non bisogna essere un correntista e inoltre una stessa persona può avere più carte Postpay.

Questa carta consente di prelevare denaro in contante da rutti gli sportelli ATM Postamat in Italia e presso gli sportelli ATM bancari anche all’estero, purchè siano del circuito Visa e VisaElectron, e ovviamente nei limiti della disponibilità che è stata ricaricata sulla carta stessa.
La carta Postpay consente inoltre di pagare presso gli esercizi commerciali convenzionati VISA e VISA Electron, pagare bollettini, ricaricare il telefono, fare acquisti online, associarla ad un conto Paypal su cui ricevere pagamenti online.

Richiedere una carta Postapay è davvero molto semplice: basta infatti recarsi in un qualsiasi ufficio postale e richiedere l’apposito modulo da compilare in tutte le sue parti con i propri dati personali, sottoscrivendo poi il tutto. Questo modulo rappresenta il contratto da sottoscrivere per ottenere la carta Postapay.
Ovviamente, al momento, bisogna presentare, assieme al modulo compilato, anche un documento valido d’identità.
In caso di minorenni, questi devono essere accompagnati da un genitore, il quale firmerà il consenso.

A questo punto basta pagare la quota per il rilascio della carta stessa, che ammonta a cinque euro, ed effettuare una prima ricarica minima di altre cinque euro. O volendo, ricaricare l’importo desiderato, che non può comunque superare i 300 euro al giorno. Allo stesso modo, non è possibile prelevare più di 250 euro al giorno.

Al momento del rilascio la carta Postpay viene assegnata da subito con il Pin, un codice segreto che dovrà essere conservato e mai comunicato a terze persone.
La carta così ottenuta è attiva gia da subito.
Una volta avuta, si può fare richiesta dei dati per fare l’iscrizione al sito delle Poste e poter controllare online tutte le transazioni effettuate con la propria Postpay, comodamente da casa.
Inoltre si può richiedere il servizio sms, con il quale si avrà un messaggio di testo sul proprio cellulare ogni qualvolta vi è un movimento sulla carta, o per tenere sotto controllo il saldo.

A confronto con altre tipologie di carte prepagate, come ad esempio Paypal o Genius Card, La Postpay è forse quella che consente una maggiore flessibilità.
E’ vero che la ricarica costa un euro così come ogni pagamento e prelievo, ma non richiede costi aggiuntivi, come ad esempio tasse mensili o spese di gestione, e non vi è una trattenuta ogni volta che si riceve una ricarica. Inoltre vi è un numero maggiore di sportelli da cui ritirare il denaro per cui è molto più semplice e veloce poterla ricaricare. La ricarica viene percepita dopo un’ora a decorrere dall’operazione allo sportello.
Non per ultimo, risulta essere molto sicura, tanto che è la più utilizzata per pagare e ricevere denaro in caso di transazioni online.

4 comments

Leave Comment
  1. carmela

    ho letto la tua opinione ma io ho qualche dubbio che magari se ti va mi puoi siegare…quindi iniziamo io devo attivare questa carta perchè faccio un servizio di rappresentanza è mi è stato chiesto esplicitamente l’utilizzo di questo servizio e vabene ok ho detto ma ci sono delle perplessita..1se loro mi versano sulla carta il denaro da me guadagnato percaso dopo avendo loro il mio numero di carta nn potrebbero anche prelevare a mia insaputa???spero che sei cosi gentile da rispondermi perchè ho letto di molte truffe riguardo a queste cose ciao e grazie

  2. mela

    mi sai dire quali sono soprattutto gli svantaggi di questa carta??e se una persona puo mandarmi del denaro puo anche prelevarlo a mia insaputa??
    ciao e grazie

  3. Antonino Mendolia

    Sono correntista di bancoposta con postamat e carta di credito classica mi piacerebbe avere anche postapay associata al conto corrente e poste mobili. Cosa fare per richiederla anche online.

  4. Pingback: Come far richiesta di un prestito a Poste Italiane | Guide online

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>