Guida di Seattle: luoghi da visitare nella “vera” Pacific Coast

Seattle, nello stato di Washington, è una tipica città del Pacifico, multietnica, moderna e piena di vita, a dispetto delle avverse condizioni meteo che normalmente vi si riversano sopra.
Il centro cittadino non è molto popolato (circa 600.000 abitanti), ma l’area metropolitana è molto estesa (almeno 5 milioni di persone la popolano).
Costruita su di una sottile striscia di terra, pur essendo una località di mare va visitata quasi obbligatoriamente in estate, a causa del suo clima umido, piovoso e freddissimo.
La città in se, pur moderna, non è affatto brutta, ma la cosa che più vi colpirà è la gente ed il fermento culturale che ribolle in questa lingua di terra a due passi dal Canada. Se pensate che Seattle sia solo sinonimo di grunge e depressione vi sbagliate di grosso: passione per i Nirvana e camicie di flanella a parte, troverete una popolazione di grandi lavoratori forse un po’pazzerelli (basti pensare, per darvi un’idea della gente del posto, che oltre a Kurt Cobain, icona della città, questa ha dato i natali anche Bill Gates e Jimi Hendrix!).
Imperdibile è il lungomare della city, con l’adiacente Peak Place Market, in cui potrete trovare cibo di ogni genere (specialmente pesce) nonchè generi di consumo di ogni tipo (il dedalo di negozietti e bancarelle vi stupirà, e i commercianti del luogo, gentilissimi, non è escluso vi offrano un numero di assaggi tale che all’uscita vi sentirete sazi!).
Il Seattle Center si presenta come un bislacco accenno di futurismo: una torre dall’aspetto spaziale domina l’area (ascensori possono portarvi sulla vetta -a 180 m- in soli 40 secondi!) mentre la monorotaia (uno dei simboli di Seattle) percorre la zona incessantemente.
Personalmente non vi consiglio di visitare l’esercizio commerciale più famoso della città, ovvero Starbucks, caffetteria celeberrima all’estero (ormai ha filiali in mezzo mondo) ma assente in Italia, poichè il caffè che vi troverete non è all’altezza dei nostir gusti mediterranei, ma a qualcuno piace, quindi, se ve la sentite, potreste provare a vostro rischio e pericolo a farci un salto.
Gli amanti della natura possono svagarsi allo Washington Park Arboretum, in cui migliaia e migliaia di specie di piante differenti creano una cornice incantevole per un po’di relax. L’elegante quartiere di Queen Anne può essere un’altra idea per passare un pomeriggio: eleganti case in mattoni rossi e finissime aiuole infiorate fanno quasi dimenticare di essere così vicini al Canada ed all’Alaska!
I festival sono numerosi e distribuiti durante l’anno, mentre la manifestazione più importante è il Capodanno cinese, nel mese di gennaio.
I vantaggi di una visita a Seattle consistono principalmente nel vedere una città pulsante e fuori dagli schemi, mentre lo svantaggio è tutto sommato la pochezza di vere e proprie attrazioni (monumenti e musei scarseggiano) a fronte di un viaggio lungo e costoso.
Potrei consigliarla ad un amico, ma solo a patto che preferisca vivere la città piuttosto che ammirarla!

guida-di-seattle-luoghi-da-visitare-nella-vera-pacific-coast

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>