Guida alle escursioni in Sicilia: un’isola dal paesaggio fuori dall’ordinario

Non è possibile tentare di racchiudere la Sicilia in un’’unica immagine: troppi gli ingredienti che cambiano, si sovrappongono e si mescolano. Muoversi in questa terra è un po’’ come perdersi nel tempo e immaginarsi viandante in cerca di posti meravigliosi.
L’isola è riuscita ad incantare anche lo scrittore e poeta tedesco Johann Wolfgang Goethe, che nel 1787 la girò in lungo e in largo, svelandone ogni angolo nascosto. Il suo territorio, che consente in pochi chilometri di passare da splendide spiagge sabbiose a montagne dove la natura vive in ogni stagione, è un microcosmo nel quale convivono bellezze storiche, artistiche, culturali e naturali.
Per chi ama la montagna, le agenzie sparse per il territorio siciliano propongono escursioni sull’tna, nell’ltopiano Ibleo, sui monti e nelle Riserve Naturali di cui l’’isola è ricca.

Con i suoi oltre 3000 metri di altezza l’’Etna, il vulcano più attivo d’Europa, offre paesaggi incantevoli che mutano da un versante all’altro, regalando vedute su paesaggi mozzafiato. E’’ possibile esplorare tutti i suoi fianchi e, con l’aiuto delle guide alpine, percorrerne i sentieri, alcuni dei quali irti di difficoltà, altri un po’’ meno. In inverno poi è ancor più affascinante se ci si inerpica con le racchette ai piedi e si gode il contrasto tra la neve e il fumo del vulcano.
Se decidiamo di fare trekking sui monti Nebrodi, potremmo iniziare con l’’esplorarne il versante sud ed attraversare le terre del duca di Nelson. Ci imbatteremo così in diverse sorgenti d’’acqua, percorreremo antiche trazzere, attraverseremo boschi di querce e faggi, spingendoci sino all’’Obelisco che il duca fece innalzare nel 1905 per delimitare la Ducea. I sentieri in parte sono pure percorribili in auto, a cavallo e in mountain-bike.

Imperdibile anche il Parco delle Madonie, che offre 200 km di sentieri da scoprire e magnifici scenari da ammirare in tutte le stagioni, come l’Inghiottitoio della Battaglietta o Portella Colla, il sentiero degli Abies Nebrodensis, quello degli Agrifogli e quello degli Alberi Monumentali di Pomieri.
Anche il cosiddetto “zoccolo esterno del continente africano”, l’’Altipiano Ibleo, propone passeggiate interessanti. Potremmo andare alla scoperta della Riserva Naturale del fiume Anapo, fra torrenti di acque limpide e vegetazione lussureggiante, oppure dei magnifici canyon calcarei di Pantalica con le loro pareti a strapiombo puntellate da antiche tombe scavate nella roccia.
Spostiamoci poi sulla costa e facciamo visita alla Riserva Naturale di Vendicari, il luogo ideale per gli amanti del “birdwatching”, per osservare gli esemplari di fauna migratoria tra le più importanti del Mediterraneo. Ci troveremo così circondati da antichi edifici e resti archeologici, attraversando sentieri che si spingono tra pantani e saline alla scoperta della flora tipica degli ambienti salmastri e dunali. Il percorso, che si svolge su terreno pianeggiante, è agevolato da sentieri facili da attraversare e da opportune segnaletiche. Basterà solo camminare.
Gli appassionati del mare possono invece contare su infinite possibilità di escursioni in barca nell’’arcipelago delle isole Egadi, Eolie e Pelagie ed itinerari lungo tutto il periplo dell’isola alla scoperta di spiagge, baie e tanti angoli di paradiso.

guida-alle-escursioni-sicilia-isola-dal-paesaggio-fuori-dall-ordinario

1 comment

Leave Comment
  1. Pingback: Campeggiare in Sicilia d’inverno | Guide online

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>