Guida alla religione in Gran Bretagna

La religione maggiormente praticata In Gran Bretagna è appunto di fede cristiana. La Church of England (Chiesa d’Inghilterra) è infatti la Chiesa ufficiale di Stato. Il Cristianesimo venne introdotto nel paese nel periodo romano; infatti la leggende vuole che Giuseppe d’Arimatea fu il primo ad annunciare il suo vangelo. Ma la fondamentale “cristianizzazione” si espanse nel paese, attraverso importanti personaggi come San Agostino (ossia il primo vescovo Canterbury) ed altri come San Aidan di Lindisfarnen, missionario cristiano conosciuto come l’apostolo di Northumbria. Fondamentale ovviamente la storia della “religione inglese”! Come noto nel 1536 la chiesa inglese di separò da quella di Roma, per via del divorzio del re Enrivo VIII da Caterina di Aragona. Venne quindi introdotta una nuova autorità ecclesiastica, con una particolare riforma : la chiesa inglese prese nuove posizioni nell’ambito del mondo cristiano, a cui diede il nome di Anglicanesimo. Naturalmente una delle cose che rende la religione dell’Inghilterra diversa da quella del Galles e della Scozia, è stata la predominanza dell’Anglicanesimo, difatti il pluralismo interno è stata una delle sue caratteristiche principali. Ma un altro fattore da non sottovalutare, è la relativa indipendenza del clero anglicano nei confronti sia dei laici che dei vescovi. In Inghliterra la presenza in chiesa era relativamente più bassa nelle grandi città (con una partecipazione media del 50% della popolazione) , che nelle aree rurali (71%). Per esempio è ancora molto evidente nel XIX secolo tra Anglicanesimo forte nel sud e nell’est , e relativamente debole nel nord e nell’est del paese; venne dunque formata una fitta rete di parrocchie nelle regioni agricole più prosperose che potevano sostenere un maggior numero di sacerdoti (le regioni montuose quindi, scomode furono molto trascurate). La maggior parte delle religioni separa fondamentalmente il ruolo dell’uomo e della donna; in Gran Bretagna infatti nel XIX era opinione diffusa che le donne fossero più devote degli uomini. La predominanza delle donne infatti era maggiore nelle Chiese anglicana e cattolica, e la religione aveva un peso assai forte nella loro vita. All’interno delle famiglie era la madre infatti a prendersi cura del bambino, occupandosi del battesimo e donando loro istruzioni religiose. Tutt’ora la religione cattolica costituisce comunque, la seconda maggiore fede cristiana in Inghilterra. Tra le altre religioni, oltre il cristianesimo, troviamo in particolare l’Islam, con ben due milioni e mezzo circa di praticanti (sopratutto a Londra) , l’Ebraismo, il Sikkismo e l’Induismo. Sono in grande espansione ed aumento le religioni pagane, senza ovviamente escludere, data la tradizione britannica, la pratica neopagana Wikka.

guida-alla-religione-gran-bretagna

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>