Guida alla compilazione del bollettino postale

Ognuno di noi, per disparati motivi, si è trovato nel corso della propria vita alle prese col riempimento di un bollettino postale, la procedura è abbastanza semplice, ma nonostante questo, spesse volte, si è attanagliati da piccoli dubbi di compilazione, di seguito cercheremo, a tal proposito, di tracciare una linea guida per affrontare serenamente la redazione di un bollettino postale, in ogni sua parte.
Vi sono due diverse tipologie di bollettino postale, a due o tre sezioni, la loro funzione è pressoché identica, cambia solo la quantità di copie a disposizione, se si ha la necessità si avere una copia da consegnare presso qualche ufficio, al di fuori di quella da conservare personalmente è consigliabile utilizzare il bollettino a tre sezioni.
Come dicevamo indipendentemente dalla quantità di sezioni da riempire, le modalità di compilazione non variano, e soprattutto, è bene sapere che i dati riportati devono essere identici in ognuna delle sezioni compilate, vediamo nel dettaglio le singole parti di cui si compone un bollettino postale:

– C/C: è una delle parti più importanti, infatti, nei quadranti va indicato l’esatto conto corrente del destinatario del pagamento, controllare che il conto sia esatto, se si sbaglia anche una sola cifra, il pagamento non arriverà a giusta destinazione;

– IMPORTO: vi sono due differenti sezioni per indicare l’importo del pagamento, la prima affianco al numero di c/c,ove l’importo dovrà essere riportato in cifre, dividendo i decimali con una virgola, la seconda, sotto il numero di c/c in cui il medesimo importo dovrà essere espresso in lettere, avendo cura riportare i decimali in cifre e dividerle dal resto attraverso una barra trasversale ( / );

– INTESTAZIONE: in questa sezione, dovrà essere indicato il nominativo completo del destinatario del pagamento;

– CAUSALE: è importante sapere che la causale è fondamentale per i versamenti destinati alle pubbliche amministrazioni. Per i privati è in ogni caso consigliato inserire una causale che richiami il motivo del pagamento seppur non obbligatoria;

– ESEGUITO DA: questa parte del bollettino è destinata ai dati della persona o azienda che sta eseguendo il pagamento, in particolare vanno espressi dati come: nominativo, indirizzo, cap e località.

Dopo aver inserito tutti i dati richiesti, controllare attentamente che ognuna delle sezioni da cui è composto il bollettino sia stata compilata correttamente.
Per la compilazione non è ammesso l’utilizzo di penne di colore differente dal blu e dal nero, ed il bollettino non deve contenere cancellazioni o correzioni e deve essere chiaramente leggibile, è consigliabili, quindi, che il bollettino venga riempito a stampatello per facilitare il lavoro all’operatore postale.
Poche regole per ottenere una buona stesura ed un ottimo risultato.

bolle

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>