Guida al montaggio di un lavello da cucina ad incasso

I comuni lavelli per cucina ad incasso sono in acciaio inox oppure smaltati. Le dimensioni possono variare da un minimo di 50×50 cm ad un massimo di 50×116 cm, nel caso di lavelli con due vaschette e gocciolatoio laterale. Non stiamo qui a prendere in considerazione articoli con un design particolare. Il costo per l’installazione di un lavello dipende dalle condizioni di acquisto, se fornito con tutta la cucina il rivenditore generalmente applica un prezzo cumulativo per il montaggio di tutti gli elementi, mentre per il solo lavello bisogna considerare:
– installazione del lavello stesso
– montaggio del rubinetto monocomando
– eventuale smontaggio di lavello e rubinetto preesistenti
In linea di massima, il montaggio di un lavello da incasso con relativo rubinetto, effettuato da un professionista del settore, può variare dai 50 ai 150 euro circa. Tale variazione di prezzo dipende dalle caratteristiche del lavello e della cucina; e naturalmente, dalle tariffe applicate dall’operatore. Volendo provvedere da soli al montaggio di un lavello da cucina, sia inox che smaltato, composto da una o due o più vasche di lavaggio ed eventualmente dal gocciolatoio laterale, gli accorgimenti e le azioni da adottare sono pressoché gli stessi. Idem per quanto riguarda i costi, costituiti dagli attrezzi necessari all’installazione (cacciavite, chiave inglese, spatola), dal silicone o dallo stucco per impermeabilizzare il punto di contatto tra lavello e piano della cucina, ed eventualmente teflon in rotolini per tubature. Con pochi euro si può quindi provvedere da soli all’installazione del proprio lavello.
Di seguito indichiamo come procedere.
Le superfici del piano di lavoro della cucina ed il lavello devono essere perfettamente asciutti e puliti, il foro per l’incasso deve rispettare le dimensioni del lavello ed avere bordi regolari. Se la cucina non presenta già il foro per l’incasso, le dimensioni di quest’ultimo sono indicate sull’imballo del lavello o fornite dal rivenditore. In generale il foro dovrà essere di circa 2cm inferiore alle dimensioni del lavello, ad esempio per un lavello di 50x86cm il foro dovrà essere di 48x114cm. Nella parte inferiore il lavello è dotato di quattro o più supporti di acciaio per aggancio al piano cucina, bisogna allentare le viti e i bulloni prima di posizionare il lavello. Sempre prima di posizionare il lavello sul piano, vanno applicate le strisce di stucco, oppure uno strato di stucco o ancora di silicone tutt’intorno al perimetro del foro, per una larghezza di circa 2 cm, facendo attenzione a prevedere che il bordo del lavello si appoggi esattamente sullo stucco o sul silicone. Si provvede quindi a posizionare il lavello, facendo attenzione che sia centrato ed allineato con il piano della cucina; si posizionano altresì in modo corretto i supporti inferiori in modo che, stringendo adeguatamente i bulloni, il lavello sia perfettamente aderente al piano. Con una spatola si provvederà quindi ad eliminare l’eccesso di stucco o silicone rimasto intorno al bordo del lavello, evitando assolutamente l’utilizzo di acqua e/o altri liquidi. Non resta che installare il rubinetto ed attendere 12/24 ore per cominciare ad utilizzare il lavello.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>