Guida ai pavimenti in bamboo

I pavimenti in bamboo sono ecologici e completamente sostenibili. Possono essere messi in posa sia in ambienti dall’aspetto classico che in quelli caratterizzati da uno stile contemporaneo originale.

 

Istruzioni

  1. I pavimenti in bamboo stanno conquistando poco a poco una larga fetta di mercato. I designer d’interni e gli architetti considerano questo materiale esotico una delle migliori alternative al tradizionale parquet per le sue ottime qualità di resistenza e bellezza. Le strutture principali dei pavimenti in bamboo sono tre ovvero verticale, orizzontale e strand woven cioè bamboo pressato.

  2. Le piante vengono tagliate al raggiungimento dei cinque anni d’età e dopo essere state scortecciate e regola d’arte le canne vengono suddivise in asticelle utili per dar vita alle strutture verticali e orizzontali del parquet. Invece per dar vita allo strand woven si adopera la parte più alta delle piante che non può essere ridotta in asticelle data le sue piccole dimensioni. Le parti apicali del bamboo vengono incollate e pressate assieme dopodiché vengono lasciate essiccare a lungo affinché il materiale si stabilizzi in maniera ottimale.

  3. I pavimenti in bamboo cosiddetti orizzontali presentano i nodi tipici della pianta e donano a tutto l’ambiente un aspetto decisamente esotico. Invece quelli verticali non presentano nodi e hanno un aspetto più sobrio dal tutto paragonabile al parquet fatto con un legno tradizionale come ad esempio il rovere.Infine lo strand woven presenta le tipiche venature marcate e non è semplice da distinguere da un parquet classico.

  4. I pavimenti in bamboo presentano numerosi vantaggi rispetto ai parquet più tradizionali. Ad esempio basti pensare al fatto che lo stesso ha proprietà meccaniche paragonabili addirittura a quelle del ferro. Il bamboo non è un legno bensì un’erba e fa parte della famiglia delle graminacee. Le sue fibre, pur essendo molto flessibili, sono molto più resistenti del ferro. Per questa ragione il parquet in bamboo presenta una superficie calpestabile molto più dura e solida se paragonata al legno di rovere o addirittura al teak. Inoltre questo legname è facile da reperire, dato che bastano solo cinque anni prima di procedere con il taglio della pianta. Non c’è bisogno di procedere con il rimpianto dei bamboo adoperati perché lo stesso si comporta come una pianta infestante e attraverso le radici che rimangono nel sottosuolo in poco tempo ricrescono nuove canne. Infine per prosperare non ha bisogno di alcun fertilizzante specifico ne’ di antiparassitari. Adoperare il bamboo per le pavimentazioni significa contribuire alla salvaguardia del Pianeta. In genere il bamboo da adoperare per le pavimentazioni viene sottoposto ad un particolare trattamento all’ossido di alluminio per essere reso ancora più resistente. Basti pensare che se il bamboo dopo tale trattamento passa alla prova di Brinell supera di gran lunga tutti gli altri legni per durezza.

  5. Ancora sono poche in Italia le aziende che commerciano pavimenti in bamboo ma quelle che lo fanno si sono specializzate nel settore. Collaborano direttamente con i vari fornitori del sud est asiatico e sottopongono la materia prima a scrupolosi controlli di qualità per offrire alla propria clientela solamente prodotti dall’elevato standard qualitativo. Le aziende cinesi che producono parquet di bamboo sono poco più di trecento e esportano i loro prodotti in tutto il mondo a prezzi di mercato estremamente concorrenziali.

  6. È possibile acquistare parquet prefiniti o prelevigati. I parquet prefiniti presentano dei listoni che vengono già levigati in fabbrica e hanno ricevuto una finitura. In questo caso il parquet non ha bisogno di nessun altro tipo di intervento e deve essere solo messo in posa. Invece il parquet prelevigato ha ricevuto solo la levigatura e dopo la posa si dovrà rifinire con le apposite vernici impermeabilizzanti e lucidanti.

  7. Il parquet in bamboo viene messo in posa come tutte le altre tipologie di parquet. È particolarmente indicata la posa flotante perché è semplice da effettuare e nel corso del tempo il bamboo rimane comunque molto stabile. Alcuni listoni vengono sagomati accuratamente dalle aziende produttrici e non hanno bisogno di essere incollati gli uni agli altri e quindi consentono anche una posa molto veloce.

  8. È possibile mettere questa tipologia di parquet anche se si ha un’abitazione dotata di riscaldamento a terra purché lo spessore dei listoni sia perlomeno di 10 millimetri e sia controbilanciato.

bamboo_coffee

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>